.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


giovedì 31 gennaio 2013

Corrado malanga PNL

Malanga una delle persone che stimo di più,eccezionale la sua descrizione,SUPER "INTUITIVA della PNL.Programmazione neuro  linguista
Malanga un genio per pochissimi.

mercoledì 30 gennaio 2013

Border nights. Puntata 72. I poteri occulti dentro di noi. Magia bianca e magia nera.


Da questo blog.http://paolofranceschetti.blogspot.it/
In questa puntata:
- i poteri occulti dentro di noi.
- La percezione del tempo.
- Beppe Grillo
- Magia bianca e magia nera. Differenze
- La magia nera funziona?
- Perchè si sceglie la magia nera e perchè quella bianca?
- Un salutino a Galeazzo Gargiulo sempre nei miei pensieri.

Nella seconda parte, a seguire:
- Malanga, alieni e anima.
- Cosa vogliono gli alieni da noi

Chiediamo scusa per la terribile musica che appare ogni tanto durante il programma (in particolare, veramente terribili sono i pezzi ascoltabili prima del mio intervento e prima di quelli di Malanga), ma non è colpa nè mia nè di Fabio, bensì di un lux (particolare alieno a forma di lampadina, che ha la predilezione per la musica trash) che si è impadronito di Fabio e l'ha costretto sotto tortura a inserire questi brani, al fine di far desistere la gente dall'ascolto.
Fabio, ma che ti è venuto in mente? Gli ho chiesto.
E lui: "non so cosa sia successo, ma un grande ranocchione enorme che veniva dallo spazio mi ha immobilizzato e ha fatto partire il brano dopo avermi succhiato la parte animica. Sono gli inconvenienti della diretta"

martedì 29 gennaio 2013

Le credenze controllano la biologia,ciò che credete controlla la vostra vita interiormente ed esteriormente

Bruce Lipton,una delle persone più illuminanti della mia vita,questo video dovrebbe essere proiettato ovunque.Un video,che distrugge tantissimi luoghi comuni,che sono la causa dell"odierno malessere generale.

lunedì 28 gennaio 2013

Victor Schauberger,genio incompreso


Da questo link
Questo sarà un giorno il via alla fonte per informazioni su Viktor Schauberger scoperte di acqua e della scienza.
Si prega di andare a Unità acqua strutturata per conoscere una tecnologia che mette Viktor Shauberger scoperte da usare e offre la migliore acqua potabile.
Ed ecco alcune informazioni da http://www.schauberger.co.uk/home.html
Viktor Schauberger (1885-1958) ha dato un contributo straordinario alla conoscenza del mondo naturale.
Intuì che noi oggi riconosciamo come gli effetti quantistici di energia o sottile di acqua. La sua comprensione è stato costruito da osservazione sciamanica ed esperienziale della Natura nella natura selvaggia delle Alpi. Il suo motto: "Osservare e copiare la natura".
E 'stato critico della teoria libro di testo e l'arroganza e la mancanza di fantasia di "esperti" e ha rifiutato di andare al college, credendo che avrebbe perso le sue doti intuitive.
Schauberger è stato anche dotato di competenze tecniche che sono evidenti nel suo ambiente-friendly tecnologia e dai dispositivi di energia implosive progettati per liberare le persone dalla schiavitù alle fonti di energia distruttiva.
Si festeggia per le sue scoperte nel campo delle scienze acqua, nelle tecniche agricole e nel settore dell'energia - che le energie migliorare e che mortificano la vita.
Schauberger ci fornisce un approccio globale e olistico per comprendere la natura. Le sue intuizioni costituiscono le fondamenta di quella che potrebbe essere definita una 'scienza della natura'.
Ha trovato due forme di movimento in natura: verso l'esterno, flusso di espansione che viene utilizzato per abbattere, e verso l'interno a spirale che la natura utilizza per costruire e dare energia. Usiamo il primo per generare energia, è per questo che è distruttivo per l'ambiente.
Variazioni di temperatura Minute influenzare l'esito di un processo energetico. L'equilibrio tra l'attrazione e la repulsione degli atomi polarizzati è il motore della creazione.
Viktor Schauberger vividamente descritto come il nostro disprezzo per i modi della natura porterà solo catastrofe ambientale.
La sua visione - l'umanità di lavoro all'interno delle leggi della natura - è la strada che dobbiamo riscoprire, se vogliamo sopravvivere.
La sua eredità:
Nato nel 1885, Viktor è stato l'ultimo di diverse generazioni di guardie forestali utilizzati per curare la salute delle foreste incontaminate in varie parti dell'Austria. Suo padre voleva che andare alla silvicoltura college per imparare le ultime tecniche di gestione forestale, ma Viktor rifiutò, credendo che riempiendo la testa con queste teorie moderne impedirebbe lo imparare dalla Natura. Aveva sviluppato osservazione molto meticolosa dei fenomeni naturali, e uno sguardo intuitivo nella Natura.
Nel 1911 entrò al servizio del principe Adolf zu Schaumburg-Lippe di sovrintendere foreste di quest'ultimo. Questo è stato interrotto quando Viktor è stato arruolato per combattere nella guerra 1914-1918 in cui è stato ferito. Dopo la fine della guerra tornò a dipendenze del principe, che era alla ricerca di modi migliori e più economica per sfruttare le risorse di queste foreste incontaminate, al fine di recuperare le perdite finanziarie che aveva sostenuti a causa della guerra. Al momento il metodo convenzionale di raccolta alberi di alto fusto di grandi dimensioni è stato molto dispendioso, come sono stati gravemente danneggiati in genere quando galleggiavano i flussi che scorrono veloci. Nel 1922 il principe ha annunciato un concorso per vedere chi potrebbe dimostrare un modo di trasporto di questi enormi tronchi meno dispendiosamente. Olof Alexandersson descrive vividamente nel suo libro Living Water come Viktor sviluppato un ingegnoso, ma non ortodosso, sistema di canale artificiale per la sicurezza del trasporto di enormi tronchi giù per le valli. La sua vittoria del premio per una soluzione di successo fatto arrabbiare gli ingegneri idraulici convenzionali, ed è stato un assaggio di accoglienza ostile che avrebbe ricevuto da scienziati accademici in genere per le sue idee non convenzionali.
Viktor ricerca ha riguardato l'influenza della temperatura sul movimento e l'energia dell'acqua. Ha pubblicato articoli sulla sua ricerca in riviste specializzate come Implosion ,Mensch und Technik , e Tau riviste. Nel 1933 ha pubblicato il libro Il nostro Senseless ToilL'origine della crisi mondiale (Unsere Sinnlose Arbeit ), una critica delle idee contemporanee della scienza e della tecnologia. Egli profetizzò l'eventuale collasso della nostra civiltà grazie ai suoi tentativi arroganti e distruttivi di controllare la natura, e la sua incapacità di capire come tutta la vita è interconnessa e interdipendente.
Ingegnosità Viktor come un ingegnere e inventore gli ha permesso di sviluppare apparecchi di sfruttare potenti energie della natura senza alcun input da fonti esterne di energia. Voleva liberare l'umanità dalla schiavitù della fonti di energia centralizzati e sprechi, fornendo turbine domestici e condizionatori ambientali e idrici.
I suoi sforzi catturato l'attenzione delle autorità naziste e fu costretto a sviluppare potenti turbine per sforzo di guerra del Terzo Reich con manodopera qualificata campo di concentramento. Odiava questo, e dopo la guerra cercò di perseguire il suo interesse per la guarigione della Terra e metodi agricoli Natura-friendly. Tuttavia l'intelligence americana confiscato molti dei documenti di Schauberger di ricerca e le sue attuali prototipi poi nel 1945. Nel 1958 US Commercial R & S interessi invitato i Schaubergers in America per conoscere le sue ricerche sulle tecniche di implosione. Viktor ingenuamente pensato che gli americani sarebbero buoni partner per contribuire a promuovere il suo programma di ricerca. Quando Viktor scoperto che volevano unicamente il latte lui delle sue idee, forse per le macchine da guerra, si rifiutò di collaborare e finalmente è stato permesso di tornare a casa, dopo aver firmato via tutti i suoi diritti. E 'morto di crepacuore poco dopo.
Viktor figlio di Walter, che ha avuto una formazione accademica di fisica, ha deciso di istituire il Pitagora Kepler sistema Institute (PKS) per lo studio la ricerca di suo padre, con la sua enfasi proprio particolare sulla ricerca matematica per dimostrare come le invenzioni del padre seguito leggi fondamentali della geometria sacra e la fisica di Keplero.Richard St Barbe-Baker, un pioniere della conservazione delle foreste e reimpianto, e un amico di Viktor, prese Walter alle università in Gran Bretagna per raccontare loro la ricerca di suo padre. Anche se l'accoglienza è stata favorevole, queste nuove idee sono state respinte in quanto troppo difficile da fisica convenzionale.
Olof Alexandersson sentito parlare della ricerca presso il PKS e intervistato Walter sulla vita di suo padre e di ricerca che ha portato nel suo libro Det Levander Vattnet (acqua viva), che è stato pubblicato in Svezia nel 1976. La famiglia di origine scozzese-Coats entrata in scena. Padre John Callum Coats, che era il vice-presidente internazionale della Società Teosofica (morto nel 1980), aveva collegamenti in tutto il mondo. Sua madre, Betsan Coats, che ha avuto anche un profondo interesse per le questioni ecologiche, sentito parlare del PKS da Richard St. Barbe-Baker, e ha preso il loro figlio Callum di incontrare Walter nel 1977. Callum si rese conto che il suo lavoro futuro era qui.Finalmente ha trascorso tre anni studiando con Walter su base giornaliera e avviato il grande progetto di tradurre gli scritti di Viktor prolifici.
Callum I genitori gli aveva dato una visione del mondo olistico con lo sfondo ricco di filosofia teosofica. Andò a scuola in Scozia e in Germania, diventando bilingue in inglese e tedesco. Ha continuato a ottenere una laurea presso l'Architectural Association di Londra ed è stato un architetto praticante prima di incontrare Walter.
A questo punto Alick Bartolomeo entrò nella foto. Aveva iniziato un programma di avanguardia editoriale esplorare nuove idee nel campo del potenziale umano. La sua preoccupazione principale era quello di riconciliare la scienza con una visione del mondo spirituale. La sua lista Turnstone Press era una miscela molto eclettica di libri di filosofia e pratica, in modo che quando gli fu mostrata l'edizione svedese del libro di Alexandersson, lo riconobbe subito come un importante aggiunta alla sua lista innovativa. Formazione scientifica Alick era in geologia e geografia presso l'Università di Cambridge. La sua introduzione ad una visione del mondo globale è stata avviata attraverso l'ampia gamma di temi nei libri da lui pubblicati sulla stampa Turnstone tra il 1971 e il 1980.
Quando Callum sentito che Alick pubblicava una edizione in lingua inglese del libro di Alexandersson, ha contattato Alick e ha offerto il suo aiuto con la modifica Acqua viva , sottotitolato " Viktor Schauberger ei segreti della Natural Energy ", che è stato pubblicato nel 1982. Alick Callum commissionato nel 1981 per scrivere una recensione dettagliata del lavoro di Viktor Schauberger in un libro per essere chiamato energie viventi, una esposizione di concetti relativi alle teorie di Viktor Schauberger, che Gateway Books successivamente pubblicato nel 1996. Durante la sua on-going stretta associazione con il PKS nel corso dei successivi 17 anni Callum iniziato il lavoro immenso e scoraggiante di tradurre e modificare gli scritti di Viktor, che si conclude con la pubblicazione dell'ultimo dei cinque libri su Viktor Schauberger nel 2000.
Alexanderson editore svedese ha deciso di non rilasciare altre edizioni straniere del libro per 10 anni, che hanno dato acqua viva via libera. Si tratta di un buon lavoro introduttivo sulle Viktor Schauberger e la sua ricerca, leggibile e informativo a livello popolare. Il mercato tedesco per le idee Schauberger non aveva ancora sviluppato, perché era persona non grata in fondo, dopo aver lavorato, sia pure a malincuore, per il Terzo Reich.Ma alla fine degli anni 1980 una edizione tedesca del libro è stato pubblicato e le idee di Schauberger cominciò ad essere diffuso nei paesi di lingua tedesca. Questa è stata seguita nel giro di pochi anni da una edizione tedesca di Callum il nuovo libro di energie viventi .
La pubblicazione di energie viventi nel 1996 è stata seguita da quattro volumi di scritti di Viktor in Eco-Technology della serie, tradotto e curato da Callum Coats, che cementare una collaborazione molto proficua tra Callum e Alick. Non poteva essere superato come il libro più autorevole sulla ricerca Schauberger.
Energie viventi ha avuto molto successo. Si tratta di un libro lungo, impostare su due colonne, ma non sempre di facile lettura. Alick sentiva che se Schauberger visione del mondo potrebbe essere espressa in uno stile più semplice, sarebbe raggiungere un mercato più ampio. Così ha convinto Callum a lasciarlo scrivere natura nascosta , che è principalmente un distillato delle idee e schemi di energie viventi Callum, con una buona dose di comprensione Alick di implicazioni storiche e di visione del mondo ecologica Schauberger.
L'interesse principale nel lavoro di Schauberger nei paesi di lingua inglese, in Germania e in Svezia, era in dispositivi di energia sua generazione, e molti volevano cercare di replicarli. Sia Viktor e Walter ha commentato che nessuno dovrebbe cercare di replicare Viktor dispositivi a meno che non sono stati preparati con umiltà e rispetto per osservare la natura di modi e di imparare da loro. Consigli di prudenza Viktor era "Comprendere e poi copiare la natura", rendendosi conto che molte persone avevano piuttosto egocentrico desiderio di padroneggiare queste energie notevoli nel funzionamento della Natura.
Ci sono state alcune ricerche in corso a duplicare alcuni degli esperimenti di Viktor e replicare le sue turbine in Svezia e negli Stati Uniti (vedi la pagina dei link su questo sito per maggiori informazioni), ma nessuno è ancora riuscito a replicare le sue turbine.
Callum e Alick capito l'entusiasmo per lo sviluppo di macchine liberi di energia, ma erano entrambi più interessati alle più ampie implicazioni della ricerca di Viktor, Alick in particolare sul paesaggio e sul lato ambientale, mentre Callum è stato elaborato per sviluppare Walter teorie matematiche e idrologici.
Un nuovo autore è entrato in scena con un contributo prezioso. Jane Cobbald, che era particolarmente interessato a quello che è successo sotto la superficie della Terra, ha scritto un racconto biografico del lavoro di Viktor nel settore degli scambi di fertilità e di energia nel terreno, Viktor Schauberger - Anima della Imparare dalla natura , che comprende un colloquio perspicace con Ingeborg Schauberger, vedova di Walter. Si importa anche dall'Austria gli utensili in rame Schauberger di ispirazione giardinaggio.
L'interesse per la straordinaria visione di Viktor Schauberger è in continua crescita in tutto il mondo. Uno dei suoi punti di vista fortemente detenuti era che il nostro maltrattamento di acqua è la causa principale del deterioramento della nostra cultura e dei nostri problemi di salute in aumento. Per apprezzare ricerca innovativa Schauberger dal punto di vista della fisica tradizionale è difficile e improduttivo. Scienza intuitiva di Viktor è più simile alla fisica quantistica, dove le sottigliezze di connessioni energetiche diventano più accessibili.
Abbiamo bisogno di toglierci i paraocchi convenzionali scientifiche e tecnologiche di vedere il quadro più ampio, perché la visione di Schauberger è del tutto olistico, un termine e una visione del mondo che viene spesso frainteso all'interno della corrente principale della nostra cultura. La sua visione della vita era come un grande dramma, con tutti gli organismi che svolgono una parte. Ogni molecola di cella e l'acqua è una nota che insieme diventano la musica della vita, a volte discordanti, ma in genere lo sviluppo di una creazione armoniosa e sempre più complesso orchestrale.
E 'possibile che si può passare attraverso un livello di disaggregazione nella nostra cultura prima di poter davvero apprezzare straordinaria preveggenza di Viktor e di orientamento. Il nostro divorzio dalla natura ha portato ad un risultato spaventoso - vandalismo dell'ambiente e lo sbilanciamento delle energie di Gaia attraverso lo sfruttamento delle sue risorse.
Forse il vero ruolo dell'umanità come custodi della Terra può avvenire solo con un grande cambiamento nel nostro atteggiamento. E 'possibile, inoltre, che la nostra società non sono abbastanza maturi per assumersi la responsabilità per i dispositivi Victor energetiche, il cui tempo può venire secondo la saggezza della Natura.
Si prega di tornare per informazioni aggiornate su Viktor Schauberger.

Queste dichiarazioni non sono state valutate dalla Food and Drug Administration. Questo articolo e qualsiasi prodotto (s) ad esso associata non è destinato a diagnosticare, trattare, curare o prevenire alcuna malattia. Il contenuti del presente sito web è unicamente a scopo informativo, e non è in alcun modo inteso come consiglio medico, come un sostituto per la consulenza medica, o come trattamento / cura per qualsiasi malattia o condizione di salute, né deve essere inteso, come tali, in quanto che sarebbe illegale. Lavorare sempre con un operatore sanitario qualificato prima di apportare modifiche alla vostra dieta, integrare l'uso, il consumo di droga prescrizione, stile di vita, attività o esercizio fisico. Vi preghiamo di comprendere che si assume tutti i rischi derivanti dall'uso, non uso o uso improprio di queste informazioni.

Omaggio a Viktor Schauberger (1885-1958)



di Adelia Bertetto
con un commento di A. Autino 

Viktor Schauberger, un precursore con una grande passione: l'acqua.
Di nazionalità austriaca, Viktor Schauberger come guardia forestale al servizio del principe Adolf Von Schaumburg-Lippe era responsabile di più di 21.000 ettari di foresta e passava ore ad osservare la natura, il modello per eccellenza da capire e da copiare ("kapieren und kopieren"). Era un ambiente ancora pressoché intatto: con l'attuale degrado ambientale sarebbe probabilmente difficile ripetere le sue osservazioni.
L'acqua ha la massima densità, il cosiddetto punto di anomalia a + 4 °C. Le sue molecole raggruppate in strutture tridimensionali (3-D) insieme alla polarità elettrica le permettono di sciogliere le sostanze. Gelando, l'acqua aumenta del 9% in volume, ma è più leggera che allo stato liquido. Nelle sorgenti di montagna, l'acqua ha appunto la massima densità. Nelle sue memorie, Schauberger parla di suo padre che effettuava il trasporto di tronchi lungo i torrenti, ma solo di notte e preferibilmente con la luna piena perché di giorno l'acqua esposta ai raggi del sole diventa pigra e "dorme". Di notte invece ritorna vitale e riesce a trasportare tronchi di peso specifico superiore. Nei torrenti di montagna le trote, anche in mezzo ad una forte corrente riuscivano a restare lungo tempo praticamente immobili e se fiutavano un pericolo nuotavano veloci risalendo la corrente. Sapendo che l'acqua di un torrente di montagna è più fredda vicino alla sorgente e la sua temperatura aumenta man mano che se ne allontana, Schauberger organizzò un esperimento per capire il fenomeno della trota stazionaria. Fece versare 100 litri di acqua riscaldata, 500 metri più a monte di un punto di forte corrente, dove una trota era solita passare molto tempo. Il torrente aveva un volume di flusso di vari metri cubi d'acqua il secondo e 100 litri di acqua non alteravano quindi in modo significativo la temperatura. Tuttavia la trota, fino a quel momento tranquilla, poco dopo l'immissione dei 100 litri cominciò ad agitarsi e, nonostante i suoi sforzi, fu trasportata dalla corrente verso il basso riuscendo a risalire solo dopo un certo tempo. Ciò confermò l'intuizione di Schauberger sull'importanza della temperatura (anche una differenza di 0.1°C incide sul comportamento dell'acqua corrente). Un altro episodio, per me straordinario, è quello delle pietre che "ballano". Nelle notti fredde di luna piena, Schauberger osservò pietre di forma ovale che dal fondo di un laghetto di montagna, attirandosi e respingendosi, con un movimento circolare risalivano in superficie. Le pietre di forma diversa restavano sul fondo. Secondo Schauberger, il fenomeno era spiegabile come l'effetto combinato del freddo che aumenta l'energia levitazionale biomagnetica e della composizione metallifera delle pietre, soprattutto silice (SiO2) e silicati.
In base a queste ed altre osservazioni, Schauberger cominciò a formulare il principio di "implosione", collegando il movimento delle trote all'idea di Johannes Kepler del movimento planetario che influenza anche il movimento dei fluidi. L'umanità (la scienza) e la natura procedono in modo diverso. La natura tende a spostare le sue masse in senso planetario: implosione. La scienza segue una linea retta: esplosione. L'implosione è il moto alla base della vita, dall'esterno verso l'interno, secondo una linea spirale-concentrica. Per Schauberger esplosione significa involuzione, demolizione, distruzione, mentre implosione è invece evoluzione, costruzione, vita. In natura, ambo le forze sono presenti - espressione della bipolarità - ma predomina l'implosione. Anche la forza di demolizione ha in natura un carattere positivo: scomposizione degli organismi morti e loro integrazione in nuove forme di vita organiche, una continua azione di riciclo. Come osserva Callum Coats, è difficile descrivere i vari dispositivi inventati da Schauberger sulla base del principio dell'implosione e dell'energia del vortice, a causa della sovrapposizione di disegni, diagrammi, date, nomi: Repulsine, Klimator, motore ad implosione, motore a suzione, motore trota, sottomarino biotecnico. Tutte queste macchine, alimentate ad aria o ad acqua, avevano un funzionamento silenzioso e poco costoso, erano di forma ovale e sfruttavano il principio della creazione del "vuoto biologico" (per dettagli tecnici, cfr. Callum Coats, op. cit., cap. 21 "Implosion").
Nell'inverno 1918 a Linz c'era penuria di combustibile e il principe Adolf von Schaumburg-Lippe aveva problemi economici. In alta montagna i tronchi e gli alberi da abbattere abbondavano. Il problema era come trasportarli a valle. Schauberger costruì uno scivolo di legno, a sezione ovale, di 50 km, con un andamento sinuoso. Per far galleggiare i tronchi lungo lo scivolo era necessario un apporto di acqua fredda e quindi in determinati punti, tramite valvole si faceva uscire l'acqua che si era riscaldata e veniva convogliata acqua fresca di ruscelli vicini. Nonostante lo scetticismo generale, il sistema funzionò. Schauberger fu nominato consulente statale per gli impianti di trasporto del legname con uno stipendio superiore a quello dei suoi omologhi con titoli accademici. Ciò creò gelosie e complotti e alla fine Schauberger rinunciò all'incarico. Per anni lavorò alle dipendenze dell'imprenditore austriaco Steinhard costruendo vari impianti di trasporto del legname lungo i torrenti in Austria, Iugoslavia, Turchia.
La regolazione dei corsi d'acqua e la gestione dell'acqua
Invitato dal Prof. Philipp Forchheimer (1852-1933), ingegnere idraulico, ad esporre alla facoltà di agraria di Vienna le sue idee sul moto naturale dell'acqua, Schauberger si trovò di fronte un ambiente scettico e ostile. Il rettore sgarbatamente gli intimò di dire in poche parole cosa si doveva fare per regolare i corsi d'acqua senza provocare danni e Schauberger rispose: "Wie das Saubär brunzt" (come piscia il cinghiale mentre cammina). In effetti, il cinghiale compie una serie di movimenti ritmici che in forma grafica danno curve orizzontali e verticali a forma di spirale: una curva spaziale cicloide. Schauberger cercò con ogni mezzo di salvare il Reno e il Danubio, due fiumi morti, senza successo.
Forzare l'acqua in canali e condotte cilindriche significa imprigionarla e privarla della sua energia. Nelle centrali idrauliche, a parte il problema delle dighe e del loro impatto ambientale, l'acqua è convogliata in condotte cilindriche in condizioni di enorme pressione e poi scaraventata contro le lame di turbine di acciaio dove è letteralmente frantumata e l'ossigeno dissolto è centrifugato all'esterno. Al termine di questo processo di disintegrazione fisica ed energetica, l'acqua impoverita di ossigeno è immessa nei torrenti o nei fiumi con un impatto sui pesci e la vita acquatica. Schauberger aveva al riguardo soluzioni alternative meno negative e anche per la purificazione dell'acqua proponeva un approccio ecologico, un impianto per produrre acqua di ottima qualità ("Edelwasser") con la stessa composizione chimica e biologica delle acque di sorgente, partendo da acqua piovana, fluviale, marina, anche sporca, secondo un metodo molto diverso da quelli tradizionali:
"La sterilizzazione secondo tutti i tipi abituali di clorazione avviene con l'ossigeno in status nascendi che col tempo può provocare danni ai tessuti e la formazione di cancri nelle persone, negli animali e nella piante. Con il mio metodo, la sterilizzazione e la depurazione sono effettuate con tubi ad alta tensione oppure con i cosiddetti tubi a capillare doppio a torsione e la rigenerazione avviene in apparecchiature speciali". L'apparato aveva una camera a sezione ovale dove l'acqua era raffreddata a 4 °C, fatta ruotare in un vortice ad alta velocità con aggiunta di minerali e anidride carbonica.".
Nonostante l'ostilità degli ambienti accademici, Schauberger stava diventando famoso. Le sue idee avevano interessato Mussolini e vi erano stati contatti con rappresentanti di Francia, Romania e Bulgaria. L'industriale Ludwig Roselius organizzò un incontro con Hitler a Berlino (10 luglio 1934) di cui esistono più versioni: secondo Schauberger l'incontro fu molto breve e il Fűhrer si mostrò interessato; secondo il rapporto ufficiale del consigliere ministeriale Willuhn grande antagonista di Schauberger, Hitler invece lo considerò uno "Schwindler" (impostore). L'incontro si concluse in un nulla di fatto, ma era solo la prima battuta con la gerarchia nazionalsocialista.
Nel 1943 Schauberger fu posto di fronte all'alternativa di dirigere un gruppo di tecnici e fisici detenuti nel campo di concentramento di Mauthausen o di essere impiccato. Le condizioni, anche se non così disumane come nel famigerato campo di lavoro "Dora" dove venivano costruite le V2 (Vergeltungswaffen), erano penose. Secondo le testimonianze ufficiali rese dopo la guerra da due superstiti del gruppo di prigionieri, Schauberger fece di tutto per assicurare condizioni umane a questi suoi collaboratori e tirare per le lunghe i lavori di tipo militare (la famosa Wunderwaffe o arma miracolosa con cui i Tedeschi speravano ancora di vincere la guerra). A questo periodo risalgono vari esperimenti biotecnici e la costruzione di dispositivi sperimentali, tra cui un disco volante. Questa "Fliegende Untertasse", sperimentata vicino a Praga nel febbraio 1945 "che raggiunse in tre minuti un'altezza di 15.000 metri e una velocità orizzontale di 2.200 km l'ora, era stata costruita secondo un modello che avevo elaborato nel campo di concentramento di Mauthausen insieme con ingegneri e tecnici di altissimo livello selezionati tra i prigionieri.[...] A mia conoscenza la macchina fu distrutta per ordine di Keitel poco prima della fine della guerra. A questa vicenda erano interessati anche molti tecnici dell'industria dell'armamento che [...] mi invitarono ad esporre i principi della produzione di una zona atomica a pressione ridotta che si sviluppa in pochi secondi quando si fa muovere l'aria o l'acqua in senso radiale e assiale, in presenza di un gradiente di temperatura decrescente".
In questo campo di ricerche, i Tedeschi erano più avanzati degli Americani. Ben prima della fine della guerra, sia gli Americani che i Russi, molto interessati ai "cervelli" europei, si erano organizzati per accaparrarsi Von Braun e il suo gruppo di ricercatori di Peeneműnde ed altri tecnici e scienziati considerati interessanti. Materiale e documenti di Schauberger furono confiscati dai Russi e dagli Americani che tennero Viktor sotto continua sorveglianza per sei mesi, nel timore che fosse prelevato dai Russi e anche perché interessati alle possibilità dell'energia atomica da lui studiate. "Attraverso le mie ricerche ho gradualmente imparato a riconoscere le energie atomiche 'costruttive'. Vorrei menzionare che le energie atomiche tenute segrete dagli Americani, non mi hanno mai interessato e che sono pronto ad impegnarmi per iscritto a non occuparmi in futuro, né a livello teorico né a livello pratico, di queste forze distruttive. Le energie atomiche da me studiate sono fondamentalmente diverse da quelle degli Americani. Con le energie atomiche pregiate da me studiate non c'è esplosione né fuoco; al contrario il prodotto di decadimento è acqua e le definisco quindi energie atomiche di 'prima classe'. Con le energie atomiche di 'seconda classe' applicate dagli Americani, il prodotto di decadimento è fuoco".

Agricoltura ecologica
Dopo la guerra Schauberger si concentrò sui problemi agricoli.
Già negli anni '20, Rudolf Steiner (1861-1925) , aveva delineato i principi della biodinamica in agricoltura elaborando vari preparati per migliorare la qualità del concime e del compost. Anche in questo campo, Schauberger parte dall'osservazione diretta; le sue ricerche meriterebbero un capitolo a sé. Mi limiterò a citare alcuni punti: uso di aratri in rame per non disturbare il campo magnetico del suolo; brevetto insieme al tecnico Rosenberg (1950) sul rivestimento in rame delle superfici dei macchinari agricoli; aratro a spirale, metodi di compostaggio, camera di fermentazione ovale per produrre il "fluido amniotico", una miscela di elementi di argento, zinco, oro, rame, silicio, calcare e acqua da far ruotare secondo il moto planetario e applicando altri accorgimenti, con generazione di biomagnetismo.
Il processo di crescita per Schauberger è soprattutto un problema di energia, un processo di equilibrio tra l'energia geosferica e quella atmosferica. Nella sequenza di carica/scarica di energia del processo di crescita, la differenza di tensione elettrica tra l'atmosfera e la Terra è di estrema importanza. Tra le due polarità di tensione occorre una forma di isolamento. Schauberger insiste molto sulla "pelle" che la Terra deve avere attorno a sé stessa. Il suolo non deve mai essere nudo bensì deve essere coperto da un manto vegetale. Per Schauberger si è instaurato un ciclo perverso: distruggendo le foreste, si rovina la qualità dell'acqua; un'acqua deficitaria e concimi artificiali non consentono una produzione agricola sana, con effetti negativi sull'organismo. È invece fondamentale rispettare il ciclo idrologico completo e garantire un gradiente di temperatura positivo che favorisce la penetrazione dell'acqua nel terreno. Nel ciclo idrologico parziale - quello che prevale attualmente - il gradiente di temperatura è negativo perché la temperatura del terreno è in genere più calda di quella dell'acqua piovana. Con la distruzione delle foreste cambia il tipo di evaporazione. L'acqua non passa più attraverso gli alberi (organismi viventi) e la quantità di acqua fornita dagli oceani non è più temperata dalla traspirazione delle foreste. La falda freatica si abbassa, gli alberi non riescono più a captare le sostanze nutritive che distribuiscono alla vegetazione più bassa, il vapore acqueo sale a livelli superiori dove è maggiormente esposto a raggi ultravioletti e gamma che dissociano le molecole d'acqua separando l'ossigeno dall'idrogeno. L'idrogeno sale, l'ossigeno si deposita verso il basso e l'acqua scompare, un vero e proprio "corto circuito biologico". Le conseguenze le vediamo: variazioni atmosferiche repentine, bruschi aumenti della temperatura, salinità eccessiva del terreno, siccità in certe zone e inondazioni in altre. L'unica soluzione è un rimboschimento massiccio del pianeta.
Il viaggio in America
Karl Gerchsheimer (di origine tedesca e probabilmente al servizio del Counter Intelligence Corps) era contrario alla tecnica dell'esplosione seguita da Von Braun e, interessatosi alla teoria dell'implosione convinse il magnate americano Robert Donner ad attirare Schauberger in America. Il 9 maggio 1958 fu firmato il primo contratto con Viktor e suo figlio Walter che partirono per New York il 25 giugno 1958. Viktor aveva insistito ad inserire nel contratto una clausola secondo cui il suo soggiorno in America non doveva superare tre mesi. Su questo soggiorno permangono punti oscuri e controversi (cfr. per maggiori dettagli Callum Coats, op. cit., "What happened in America" pag.15 e segg.). Indubbiamente da ambo le parti vi furono incomprensioni e diffidenze e le aspettative erano diverse. Ai termini dell'ultimo contratto firmato con il consorzio Donner-Gerscheimer, tutti i modelli, disegni, prototipi e dati diventavano proprietà del consorzio e Viktor e suo figlio Walter si impegnavano a mantenere il completo silenzio su qualsiasi elemento connesso con l'implosione. Viktor aveva accettato l'offerta americana di finanziare la realizzazione dei suoi prototipi in quanto ormai sfiduciato circa la possibilità di farlo in Europa. In America si convinse però che le sue idee sarebbero state sfruttate in chiave capitalistica o bellica, cioè esattamente in maniera contraria alle sue intenzioni. Ripartì per l'Europa il 19 settembre e morì a Linz il 25 settembre.
A parte l'interesse espresso in passato da Americani e Russi (difficile sapere se siano in corso ricerche non portate a conoscenza del pubblico su alcuni temi di Schauberger), varie pubblicazioni UFO ed esoteriche continuano, in malafede, a presentare Schauberger come il costruttore dei dischi volanti di Hitler.
Il primo biografo di Schauberger è stato lo svedese Olof Alexandersson e il suo libro Levande Vattnet (1976) è stato tradotto in inglese nel 1982 (Living Water - Viktor Schauberger and the Secrets of Natural Energy - Gateway Books, Bath, UK e edizioni successive).
Callum Coats ha dedicato più di 15 anni di studi a Schauberger e ne ha tradotto in inglese gli scritti in tre volumi: The Water Wizard, The Fertile Earth, Schauberger's Revolution (Gateway, Bath 1997).
Nel Regno Unito Schauberger conta vari seguaci che a seconda dei loro interessi sviluppano vari suoi temi. Segnalo Alan Hall per le proprietà strutturali ed energetiche dell'acqua e il suo ruolo nella trasmissione di informazioni e, per le virtù terapeutiche dell'acqua (aspetto studiato anche da Schauberger), il gradevole libro di Charlie Ryrie "The healing energies of water", 1998 Gaia Books Limited - London.
Osteggiato tutta la vita dalla casta dei funzionari e dallo establishment accademico, Schauberger non esitava ad affermare che la scienza sbaglia ("macht alles verkehrt"), procede in senso contrario alla natura (naturunrichtig) ed è responsabile del degrado ecologico ed economico. "Mi giudicano pazzo e forse hanno ragione. In tal caso, un pazzo in più o in meno al mondo non ha importanza. Se però ho ragione e la scienza sbaglia, il Signore abbia pietà dell'umanità".
La natura, come l'essere umano, è un sistema aperto e in evoluzione.
La scienza è un circolo chiuso che funziona secondo determinate regole che i nuovi arrivati devono rispettare. Gli studenti non sono spronati a pensare in maniera critica e difficilmente quindi, oseranno andare contro corrente. In nome dell'obiettività, la scienza preferisce alle percezioni sensoriali quelle legate alla lettura di strumenti di misura. Le idee insolite sono bocciate o ridicolizzate. Dopo essersi sganciata dalle chiese, la scienza vorrebbe assumerne il ruolo dogmatico. Il suo tallone di Achille è l'alleanza con il business. Il ricercatore che va controcorrente mette in gioco la sua credibilità e la sua carriera. Si pensi, solo in tempi recenti, all'ostilità feroce della medicina tradizionale nei confronti dell'omeopatia e al trattamento riservato a Stephan Riess e a Jacques Benveniste!
Come Nikola Tesla per l'elettricità, Viktor Schauberger è un precursore e le sue idee sono in anticipo di un secolo. Alcune affermazioni suonano provocatorie: il cuore non è una pompa ma "è pompato", gli uccelli "non volano" ma "sono volati", i pesci non nuotano, ma "sono nuotati", il sole è probabilmente un corpo freddo e oscuro ecc. (cfr. per dettagli Callum, op. cit., pag.188 e segg.).
Il suo messaggio centrale, di estrema attualità, è che la nostra tecnologia e i nostri processi industriali seguono il moto usato dalla natura per decomporre e dissolvere la materia, mentre per costruire la natura sceglie altre vie (principio del moto cicloide spirale). "L'attuale tecnica è un tragico errore o un crimine intenzionale in quanto usa le forze distruttive per l'azionamento di macchine, motori, ecc. che la natura applica per demolire tutto quanto non è suscettibile di sviluppo. Tutto il mondo civilizzato che ha promosso questo sviluppo finirà in un vicolo cieco. In questa maniera sono state e continuano ad essere assurdamente dissipate le migliori materie prime, nell'erronea credenza di tenere sotto controllo la natura. L'output è nettamente inferiore all'input, un esercizio del tutto non redditizio sotto il profilo economico. A parte l'uso irrazionale delle materie prime per ottenere energia motrice, vi è stata un'altra conseguenza economica estremamente pericolosa in quanto l'energia così ottenuta produce temperature che favoriscono processi di putrefazione e la sopravvivenza di pericolosi batteri e sviluppano anche gas pericolosi. La resa di macchine e motori alimentati in questa maniera è molto ridotta". Foresta, terreno, acqua sono i tre fattori principali per la vita sulla terra. La Terra è un organismo vivente, dotato di intelligenza. La natura è il grande alchimista, un impianto avanzato di riciclo.
Il senso profondo della natura è la trasformazione, la metamorfosi che non avviene mai secondo una linea retta bensì attraverso apparenti deviazioni e stadi intermedi. Anche l'essere umano passa attraverso varie trasformazioni (infanzia, adolescenza, maturità, vecchiaia) e il bozzolo è il cadavere abbandonato dallo spirito. L'acqua e il sangue trasmettono il sapere delle generazioni precedenti. Pensare come la natura è pensare biologico anziché logico. Seguire la natura è accettare il processo di evoluzione. Bisogna passare dalle leggi fisiche della meccanica a quelle spirituali dell'energia. L'essere umano è un biosensore e come tale non deve rinunciare all'osservazione diretta, alla sua percezione sensoriale che apporta elementi di conoscenza quali uno strumento artificiale non può dare. La parcellizzazione disciplinare porta ad esperti microsettoriali, incapaci di una visione olistica, dimenticando che il tutto è un qualcosa di più della semplice somma delle sue parti.
Negli anni '30 la gente rideva della profezia di Schauberger che un giorno una bottiglia d'acqua sarebbe stata più cara di una bottiglia di vino. Si può ancora riderne, ora? Schauberger ha previsto le catastrofi legate ai cambiamenti climatici, le piogge acide, la morte effettiva e 'qualitativa' degli alberi, i danni delle monoculture, la desertificazione, il cancro come pestilenza della nostra epoca, le future guerre per l'acqua ecc.
Pierre Teilhard de Chardin (1881-1955) immaginava l'universo come una nave spaziale in viaggio secondo una traiettoria a spirale, dall'esterno verso l'interno, dal punto di partenza alfa verso omega, dove omega è la sfera del divino cui l'essere umano arriverà una volta completato il suo percorso evolutivo. Parafrasando questa immagine, si potrebbe affermare che l'essere umano è parte integrante dell'astronave Terra che porterà nel suo viaggio i nostri discendenti su altri pianeti. L'essere umano non deve quindi dimenticare che il suo sangue si compone fino al 90% di acqua.
L'acqua siamo noi!
Lasciamo ai nostri discendenti un'eredità pesante: scorie nucleari a lunga vita (la durata delle radiazioni di plutonio è di 10.000 anni). L'opzione di smaltimento per i residui ad alta attività è il deposito geologico in profondità in strati argillosi o miniere di salgemma in disuso. Permane però il problema di comunicare con il futuro, cioè indicare in maniera decifrabile tra decine di secoli che si tratta di una zona mortale. Almeno piantiamo alberi su vastissima scala, anche se dovranno passare due o tre secoli per avere una foresta sana: l'albero come un Davide di fronte a Golia, le scorie radioattive.
In Italia Schauberger mi risulta sconosciuto. Recentemente è stato tradotto in italiano il libro di Theodor Schwenk "Das sensible Chaos" del 1962. Anche per T. Schwenk che appartiene al gruppo degli antroposofi, l'acqua è il tema principale, l'organo sensoriale della natura capace di reagire a variazioni minime. Schwenk tratta la tematica della spirale, il percorso a meandri dell'acqua, l'energia del vortice, ma senza la capacità di visione di Schauberger che, curiosamente, non cita nemmeno.
L'unico riferimento che ho trovato per ora in lingua italiana è la traduzione di due articoli di Josef Hasslberger ("Un nuovo inizio per la termodinamica" e "Considerazioni sulla natura della luce, della materia, della gravità e del magnetismo" (http://www.hasslberger.com/home.html). Una docente italiana di fisica mi ha però messo in guardia: "Non è un fisico, proprio per niente. Gli articoli che ha scritto, con pretesa di parlare di fisica, non hanno nessuna base scientifica. Sulla termodinamica è facile prendere cantonate anche da parte dei professionisti, ma in questo caso non ho esitazioni a dire che si tratta di persona 'non esperta' ".
Non sono competente per giudicare.
Spero con questo articolo di avviare un dibattito sulle idee di Viktor Schauberger.

Bruxelles, 5 aprile 2000

Vedere anche la pagina dei link a siti interessanti su Schauberger e la ricerca sull’energia dei Vortici.

Agricoltura,come perfezionamento degli esseri umani

Lo scopo vero dell’agricoltura non è quello di far crescere i raccolti, ma è la coltivazione e il perfezionamento degli esseri umani”
Masanobu Fukuoka

La rivoluzione del filo di paglia .Fukuoka Masanobu



I QUATTRO PILASTRI DELL'AGRICOLTURA NATURALE DI MASANOBU FUKUOKA

Nessuna lavorazione...Nessun concime chimico o compost...Nè diserbanti nè erpici...nessun impiego di prodotti chimici...

I quattro pilastri dell'agricoltura naturale di Masanobu Fukuoka
Le tecniche agricole moderne sembrano necessarie perchè l'equilibrio naturale dell'ecosistema è stato così profondamente alterato che la terra oggi non può più farne a meno.

Questa logica non vale solo per l'agricoltura ma anche per altri aspetti della società. Allo stesso modo, i medici e la medicina diventano necessari quando la gente si costruisce un ambiente malato.

Prima della fine della guerra, quando andai su all'agrumeto a mettere in pratica quella che allora credevo fosse agricoltura naturale, non feci alcuna potatura e lasciai il frutteto a sé stesso. I rami si aggrovigliarono fra loro, le piante furono attaccate dai parassiti e quasi un ettaro di mandarineto seccò e morì.

Da allora ebbi sempre in mente un interrogativo?: "Qual è la forma naturale?". Per arrivare alla risposta fui costretto a sacrificare altre 400 piante e finalmente oggi posso dire: "Il metodo naturale è questo". Devo ammettere di aver avuto la mia parte di insuccessi durante i quarant'anni che ho dedicato alla ricerca, ma adesso riesco a ottenere raccolti uguali o anche migliori, sotto ogni aspetto, rispetto a quelli coltivati in maniera convenzionale.

E cosa più importante: il mio metodo ha successo con una minimo apporto di lavoro e con costi decisamente ridotti, inoltre in nessun momento del processo di coltivazione c'è il più piccolo impiego di prodotti inquinanti, il tutto senza depauperare la fertilità del terreno.

Il metodo della "non-azione" è basato su quattro principi fondamentali:

1. Nessuna lavorazione, cioè niente aratura, né capovolgimento del terreno. Per secoli, i contadini hanno creduto che l'aratro fosse indispensabile per incrementare i raccolti. Eppure non lavorare la terra è di fondamentale importanza per l'agricoltura naturale. La terra si lavora da sé grazie all'azione di penetrazione delle radici e all'attività dei microrganismi e della microfauna del suolo.

2. Nessun concime chimico o compost. Ottuse pratiche agricole impoveriscono il suolo delle sue sostanze nutritive essenziali causando un progressivo esaurimento della fertilità naturale. Lasciato a se stesso, il suolo conserva naturalmente la propria fertilità, in accordo con il ciclo naturale della vita vegetale e animale.

3. Né diserbanti, né erpici. Le piante spontanee hanno un ruolo specifico nella fertilità del suolo e nell'equilibrio dell'ecosistema. Come norma fondamentale dovrebbero essere controllate (per esempio con una pacciamatura di paglia o la copertura con trifoglio bianco), non eliminate del tutto.

4. Nessun impiego di prodotti chimici. Dall'epoca in cui si svilupparono piante deboli per effetto di pratiche innaturali come l'aratura e la concimazione, le malattie e gli squilibri fra insetti divennero un grande problema in agricoltura. La natura, lascia fare, è in equilibrio perfetto. Insetti nocivi e agenti patogeni sono sempre presenti, ma non prendono mai il sopravvento fino al punto da rendere necessario l'uso di prodotti chimici. L'atteggiamento più sensato per il controllo delle malattie e degli insetti è avere delle colture vigorose in un ambiente sano.

(Articolo tratto da Terra Nuova - Aprile 1999)

Letture consigliate:

>> Lezioni italiane - Un'introduzione alla Rivoluzione del Filo di Paglia in Italia

>> La rivoluzione del filo di paglia Masanobu Fukuoka 

venerdì 25 gennaio 2013

Riflessioni


Un video che fa riflettere.
Ma ho una incommensurabile fiducia nell"uomo.
Il vampiro,può tramare solo nell"oscurita.
Alla luce del sole,è impossibile tramare.
Se coloro che finiranno in parlamento
saranno illuminati
da chi sta fuori
le cose non potranno che cambiare.
Gli imbrogli hanno bisogno 
di essere tramati nell"ombra
compito dei cittadini
fuori dai palazzi del potere
sara quello di vigilare,
se vigileranno
il potere morira
per uccidere un vampiro
basta solo la luce
chi ci ha governato da moltissimo tempo
è riuscito a farlo
solo perchè era nell"oscurita.
Beppe Grillo
non può cambiare nulla
lo dice spesso,
solo se ci risvegliamo
e vedremo la realtà per quello che è,
cioè una realtà veramente infernale,
le cose potranno cambiare.
La realtà odierna è figlia soltanto 
dei nostri peggiori incubi,
gli incubi li può avere solo chi dorme
non avendo vissuto di giorno,
le masse dormivano anche di giorno,
il risveglio mi sembra sempre più vicino
la 100 scimmia
è alle porte.


giovedì 24 gennaio 2013

Complottisti su Grillo

Pur votando il movimento di Beppe Grillo,rimango un complottista.
Ma non capisco i complottisti,che lo attaccano.
Andranno in parlamento cittadini comuni,basta approfondire l"argomento.
Non è questa una rivoluzione culturale?
Hanno da rispettare un programma,e nel programma c"è internet libero.
Ho scoperte tutte le magagne complottiste grazie ad internet,potenziare internet,significa soltanto amplificare,una consapevolezza che ora è di pochissimi.
I  grandi cambiamenti hanno bisogno soltanto,di consapevolezza,la consapevolezza si sviluppa nei momenti di grosse crisi.
Una diga,grazie ad un piccolo forellino,tracima,il forellino è il movimento,non votare o votare i soliti noti,significa soltanto tappare il buco.La tracimazione altro non è che la distruzione di un mondo profondamente ingiusto,dovuto alla mancanza di consapevolezza.
La consapevolezza,come dice lo stesso Grillo,nasce quando si diventa Responsabili delle proprie azioni,e non ci si affida più ai cosiddetti Pezzi Grossi,questo movimento se uno approfondisce,comprende che è un movimento di consapevolezza.I grillini in parlamento saranno supportati,dai grillini fuori,questa è una vera rivoluzione.
Benedetta questa crisi,che ci sta aprendo gli occhi.
Senza questa crisi,avremmo continuato,a vivere una vita da schiavi,una vita ad adornare la nostra prigione con cose inutili,invece di svilupare la più grande qualità umana,che è la creatività.
Il consumismo altro non è che la morte della creatività umana,senza la creatività,siamo solo automi,cos"altro è tutta la pubblicità odierna,se non che, un farci rispondere come il cane di Pavlov????



Ancora sul signoraggio

Perchè è meglio non parlare di signoraggio alle masse?
Malgrado io conosco benissimo l"argomento,ho notato che come dice questo video,è talmente incredibile,da    non poterci credere.
Per comprenderlo,bisogna avere una visione globale,solo chi ha una visione globale puo comprenderlo.
Bisogna essere assolutamente  integri , non avere nessun pregiudizio,cioè veri ricercatori del vero.
Ma quanti ne conoscete,che dicono ,voglio veramente capire??
Non c"è nulla da fare per comprenderlo bisogna scavare,approfondire,porsi domande,ripeto avere una VISIONE GLOBALE.
Tutto congiura contro la visione globale,in quanto tutta la nostra educazione è stata fondata sulla visione parziale.
Non possiamo capirlo,perchè pensiamo che il denaro sia una vera ricchezza,partiamo da questa illusione,bisognerebbe portare qualche miliardario o gente qualunque su una bella isoletta,e lasciarli solo col denaro.
Il denaro,è come Dio,un illusione che può muovere le masse,e produrre di tutto,il saggio non ha bisogno di nessun illusione,produce la sua vita ugualmente senza illusioni esterne.
Quello che conta è la creativita individuale,aime i più riescono a svilupparla solo con l"illusione denaro.
La vita può essere un paradiso terrestre ,ma soltanto per chi non proietta sogni,cioè vive qui e ora,chi mira al denaro mai potra accontentarsi del qui e ora,il denaro è un mezzo,per raggiungere un fine,ma non vi possono essere mezzi per raggiungere il fine,il fine è SEMPRE QUI E ORA.
Vi lascio con un uomo integro Auriti,il suo parlare semplice denota una visione globale,approfondite,ma i più state certi,non potranno capire,i più hanno i paraocchi,e chi ha paraocchi,non puo avere visione globale.