.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


Upton Sinclair, “è difficile far capire qualcosa ad un uomo quando il suo stipendio dipende dal suo non capire”.


venerdì 29 novembre 2013

Incredibile,il mio blog,ancora non aveva parlato di Alejandro Jodorowsky

Rimediamo con sta roba qua.
https://www.youtube.com/watch?v=W9EdqoDMl5k

Mi piace sviluppare la mia coscienza per capire perché sono vivo, cos'è il mio corpo e cosa devo fare per cooperare con i disegni dell'universo.
Non mi piace la gente che accumula informazioni inutili e si crea false forme di condotta, plagiata da personalità importanti.
Mi piace rispettare gli altri, non per via delle deviazioni narcisistiche della loro personalità, ma per come si sono evolute interiormente.
Non mi piace la gente la cui mente non sa riposare in silenzio, il cui cuore critica gli altri senza sosta, la cui sessualità vive insoddisfatta, il cui corpo s'intossica senza saper apprezzare di essere vivo.
Ogni secondo di vita è un regalo sublime.
Mi piace invecchiare perché il tempo dissolve il superfluo e conserva l'essenziale.
Non mi piace la gente che per retaggi infantili trasforma le bugie in superstizioni.
Non mi piace che ci sia un papa che predica senza condividere la sua anima con una "papessa".
Non mi piace che la religione sia nelle mani di uomini che disprezzano le donne.
Mi piace collaborare e non competere.
Mi piace scoprire in ogni essere quella gioia eterna che potremmo chiamare Dio interiore.
Non mi piace l'arte che serve solo a celebrare il suo esecutore.
Mi piace l'arte che serve per guarire.
Non mi piacciono le persone troppo stupide.
Mi piace tutto ciò che provoca il riso.
Mi piace affrontare, volontariamente, la mia sofferenza, con l'obiettivo di espandere la mia coscienza.  Alejandro Jodorowsky
http://www.youtube.com/watch?v=XYKx1JPmtKU
http://video.repubblica.it/dossier/cinema-cannes-2013/jodorowsky-prepara-cannes-il-mio-film-fatto-per-perdere-soldi/126885/125391

giovedì 28 novembre 2013

Pillole per addormentarci,la religione

Ci si può convertire da una fede all'altra, si può passare da un dogma all'altro, ma non ci si può convertire alla comprensione della realtà: credere non è realtà. (Jiddu Krishnamurti

Cristianesimo ebraismo islamismo buddismo induismo taoismo scintoismo jainismo confucianesimo zoroastrismo bahaismo gnosticismo ermetismo mazdeismo manicheismo mitraismo geovismo esoterismo.
Senza cercare tanto su google ho trovato cliccando religioni nel mondo tutte queste,ma naturalmente bisogna considerare che ognuna ha le sue divisioni,per esempio nel cristianesimo esistono ,cattolici, ortodossi, protestanti, anglicani, evangelici ,testimoni di geova,e tanti altri che non conosco.Cosa voglio dire con questo,soltanto che le religioni visto che sono innumerevoli,probabilmente non possono dipendere da un unico Dio ,ma soltanto da interpretazioni umane.Secondo me sono esistiti degli uomini,che hanno incontrato il GRANDE MISTERO DELL"ESISTENZA,ed hanno provato a spiegarlo.Ma tutti questi uomini imposero la loro autorita sulle masse umane,che ben si sa sono facilmente condizionabili.Siccome senza ombra di dubbio, posso dire di aver anch"io come tanti altri incontrato il GRANDE MISTERO,dico che soltanto l"ostacolo del credere negli altri,è il motivo principale del non incontro con il grande mistero dell"esistenza.CREDENDO S"IMPONE DEI LIMITI ALLE NOSTRE ESPERIENZE,ci si chiude in gabbie dorate,mentre per comprendere bisogna necessariamente,CERCARE ALL"ARIA APERTA é SENZA PREGIUDIZI.
I NOSTRI PREGIUDIZI SONO CORAZZE CHE C"IMPEDISCONO UN CONTATTO DIRETTO CON LA REALTA.Con i nostri pensieri noi creiamo i nostri limiti,mentre chi ha conosciuto il GRANDE MISTERO,sa che non abbiamo limiti,da quello che ho capito,TUTTE LE RELIGIONI NON FANNO CHE IMPORCI DEI LIMITI,perchè soltanto cosi POSSONO SOPRAVVIVERE.Soltanto chi non conosce se stesso ,puo seguire delle istituzioni vecchie di millenni,dentro di cui esistono contraddizioni direi oggi criminali,faccio un esempio:dire oggi crescete e moltiplicatevi visto lo stato del pianeta,secondo me è un vero omicidio,nei confronti di questo pianeta,ma detto 3000 anni fa aveva una sua logica,MA SI PUO OGGI CON TUTTO IL NOSTRO SAPERE OBBEDIRE A SCRITTI COSI ILLOGICI?Penso che fra qualche anno o millenni, non lo so,vedranno le persone odierne,come noi vediamo i bambini che credono a babbo natale.

Fatevi due risate sulle odierne religioni,fa bene alla salute,ahahah

http://www.youtube.com/watch?v=SkC_7N9kyMI

martedì 26 novembre 2013

Dalla cultura del bordello al bordello dalla Cultura. Una riflessione sulla regressione italiana, in margine alle dichiarazioni dell'onorevole Biancofiore.


"Chi usa la violenza contro le donne è un animale, perchè le considera merce deperibile, oggetto di scambio e d'uso, soggetti di carne messe a disposizione della comunità libidinosa maschile. Se volete capire quanto è civile ed evoluta una società, allora osservate come vengono trattate le donne. Il progresso di una civiltà lo si misura da come, in quella specifica società, vengono trattate le donne all'interno della comunità".

                                                                                                                         Karl Marx, 1850


di Sergio Di Cori Modigliani

Dice la deputata in parlamento Micaela Biancofiore: "Quando noi donne ci troviamo davanti a un uomo ricco e potente, diventiamo sempre subito disponibili. Perchè è inutile fare gli ipocriti, la verità è che la stragrande maggioranza delle donne ama i soldi e le donne vogliono i soldi".
Siamo alla frutta, non c'è che dire.
Quantomeno me lo auguro, sperando che non si tratti, invece, di un aperitivo.
Questa idea del mondo della deputata mi sembra un ottima ispirazione per commentare la necessità di una più evoluta consapevolezza collettiva che abbatta gli stereotipi ormai stantii, che appartengono a un mondo ideologizzato, e non corrispondono più alle esigenze della civiltà post-moderna.
Compresa la cosiddetta solidarietà di genere, molto viva e attiva in Italia e -a mio avviso- un prodotto poco dibattuto (ma non è un caso) del berlusconismo. 
Anche le femministe, infatti, ne sono rimaste vittime. 
La frase della Biancofiore è un esempio, a mio avviso chiaro e lampante.
Ieri si è celebrata la giornata mondiale contro la violenza sulle donne.
I media, soprattutto la tivvù, si sono spesi nel veicolare la consueta retorica intrisa di banalità e demagogia che dura lo spazio della giornata. Come accade di solito a luglio quando si commemora la data dell'assassinio del giudice Borsellino e tutti fanno a gara nell'esibire il proprio sdegno contro la mafia. Per un giorno vanno in vacanze. Poi, passata la notte, riprendono ad andarci a letto insieme facendo con i boss succosi affari.
Ignoro come e se sia stata celebrata in continenti lontani dalla mia cultura.
Ma ho spulciato ciò che è accaduto in nazioni a noi simili come tradizione e dibattito, dalla Francia alla Gran Bretagna, dalla Danimarca al Canada, dall'Argentina al Cile, all'Australia.
E ho notato una gigantesca differenza che saltava davvero agli occhi.
Nelle altre nazioni (dove le femministe si sono evolute, e partecipano pienamente alla vita sociale e politica delle loro rispettive nazioni, in quello che viene definito il femminismo post-moderno) la società civile ha partecipato al dibattito in maniera mista (nel senso digenere, cioè maschi e femmine insieme) a differenza dell'Italia dove, invece, è passata una linea obsoleta e a mio avviso pericolosa e dannosa per tutte le donne: quella di definire l'annoso problema della violenza maschile sulle donne come un gravissimo problema che riguarda le femmine, ma (il punto sta in questo "ma") di conseguenza va trattato dalle donne per le donne, perchè appartiene a una "tematica classica del mondo femminile" e quindi esclude il consorzio del mondo maschile.
Grave errore.
La violenza sulle donne, secondo me, è un problema che riguarda l'intera società.
Sarebbe come dire che la pedofilia riguarda soltanto coloro che hanno figli piccoli. Se uno è single e non ha figli, allora non deve essere coinvolto e non lo riguarda.
L'aumento esponenziale in Italia della violenza sulle donne è una logica conseguenza dell'interpretazione berlusconiana dell'esistenza, che ha annullato la Cultura lanciando la marketizzazione della società in ogni suo ambito, applicando modalità mutuate dal sistema pubblicitario alla vita quotidiana.
Ho visto in tivvù su Rainews24 un format di infantile banalità dove diversi tipi di donne (tutte professioniste della comunicazione mediatica) declamavano il loro bravo compitino, felici di avere una scusa per dar fondo alla propria smania di visibilità. Molte non sapevo chi fossero, alcune le conoscevo soltanto di nome, altre -per un caso del destino e della professione- le conosco benissimo: sono delle furbe corrotte, ignobili carrieriste che hanno dato il loro solido contributo al declino e alla distruzione di questa società.  Ascoltandole, mi sono chiesto: "ma io non voglio avere niente a che fare con queste tre donne qui, le conosco, so che sono delle vere delinquenti". Mi sono tenuto il mio sconcerto per me stesso, adattandomi giocoforza al territorio in cui vivo e opero, quello della Repubblica Italiana. Quindi non ne ho parlato. 
Perchè da noi, è censurato.

Quando ho iniziato a fare questo blog ero appena ritornato in Italia dopo un lungo decennio ventennale all'estero, e mi capitava spesso, all'inizio, di scrivere anche su questioni relative al mondo femminile. Sono stato sollecitato da diversi soggetti femminili (soprattutto femministe) a non farlo più. Con gentilezza e altrettanta fermezza, mi venne spiegato che le tematiche femminili devono essere dibattute e affrontate solo dalle donne. E così, ho smesso di parlarne.
Personalmente seguito a pensare che sia una totale idiozia e un errore politico molto grave.
Non penso affatto che il mondo si divida in maschi e femmine, se non per la biologia.
Penso piuttosto che le discriminanti su molti aspetti della vita sociale (bio-etica, aborto, libertà sessuale, femminicidio, ecc.) viaggino in maniera trasversale. L'espressione celebre "l'utero è mio e me lo gestisco io" che nei primissimi anni'70, allora, divenne il mantra delle lotte femministe per la liberazione delle donne, aveva un senso forte (nel 1970) perchè rappresentava una rottura con modelli autoritari ormai superati dall'evoluzione sociale. E io, oggi, avendo avuto la fortuna di crescere in quegli anni (a dimostrazione della bontà della mia tesi) le ringrazio, perchè diedero un forte contributo alla liberazione di tutta la società, nessuno escluso. 
Liberarono tutti.
La mia generazione di maschi (quelli nati negli anni'50) è stata la prima generazione di maschi negli ultimi 8.000 anni che non è cresciuta nei bordelli, perchè abbiamo iniziato da subito a fare sesso con le nostre compagne di scuola. 
Fu una novità rivoluzionaria che sconvolse i nostri genitori e le roccaforti del potere: era inconcepibile per loro.
Allora, la prostituzione era molto limitata; a nessun maschietto di 20 anni veniva in mente di fare sesso a pagamento. Era davvero una attività fuori dal mondo. Chi la praticava veniva guardato e trattato con pena misericordiosa,  perchè esisteva una consapevolezza collettiva totale nel combattere contro la schiavitù e l'asservimento di una persona terza approfittando del suo bisogno. Le femmine, allora, non volevano vendersi, volevano essere libere.
Poi, tutto è cominciato a cambiare con l'irruzione di Berlusconi che ha prima lanciato, pubblicizzato, diffuso, e infine affermato, il ritorno alla consuetudine di fare del sesso a pagamento, facendo regredire l'intera nazione.
Perchè quello era il suo gusto personale, e chi lavorava con lui e per lui, doveva adattarsi a vivere in un mondo che funzionava così. Ha finito per contaminare ogni aspetto della società, dando un enorme contributo all'avvilimento esistenziale, alla contrazione dello scambio culturale, e alla totale regressione di questa nazione.
Finchè non è diventata Norma consuetudinaria.
E l'Italia dei maschietti è ritornata a vivere come viveva negli anni'50.
Con una allarmante differenza: prima degli anni'60 la cultura familiare e sociale imponeva una restrizione molto forte allo scambio sessuale con le femmine. Una ragazza che a diciassette anni faceva sesso era considerata una persona equivoca, disdicevole, immorale, e veniva bandita, considerata una puttana. Il sesso era colpevolizzato e vissuto come colpa. L'esercizio della prostituzione, quindi, andava a coprire un bisogno sociale che aveva il compito di far sfogare i maschi senza che venisse intaccato l'ordine sociale.
Nel 1990, invece, quando Berlusconi lanciò il suo modello sociale, non esisteva più questo bisogno sociale: venne imposto dall'alto.
Il che è molto diverso.
Fu una scelta autoritaria di imposizione che -lo avrebbe capito anche un bambino- ben presto avrebbe contaminato anche gli aspetti della morale, dell'etica, e infine quelli della psicologia emotiva che fonda l'esistenzialità quotidiana dello scambio di coppia tra maschio e femmina.
La sinistra abboccò entusiasta. 
Anzi, fu quella che fece da avanguardia, spacciandolo per atto libertario.
I risultati si sono visti.

Veniamo alla Biancofiore.
La sua dichiarazione che ho riportato tra virgolette è stata proposta nel corso di un convegno manifestazione per celebrare la giornata contro la violenza sulle donne. Ed è stato molto apprezzato.
La mia personale opinione è che si tratta di una estensione di tale violenza, che non viene commentata in questi termini perchè l'Italia non è in grado di identificarla come tale, essendo ormai regredita come nazione pensante.
La Biancofiore ha mutuato e incorporato il modello berlusconiano prostitutorio e lo ripropone "a nome delle donne".
Lo voglio dire in tutta la sua estensione controcorrente: protesto vivamente a nome di tutte le donne vittime della violenza maschile.
L'argomentazione della Biancofiore è, infatti, un'idea maschile del mondo, che non ha niente a che vedere con le istanze del mondo femminile. Le donne vogliono i soldi nella stessa identica quantità e percentuale in cui lo vogliono i maschi. Non ha niente a che vedere con la sessualità.
Ha a che vedere con la politica, con la cultura, con lo scambio sociale, con la caratterialità.
Se un soggetto politico di genere femminile, noto per la sua attività, ieri avesse detto una frase del genere -nelle nazioni sopra citate- ci potete giurare, avrebbe concluso lì la sua carriera. L'avrebbero sbranata in pubblico. 
Ho trovato, invece, pur nei distinguo, anche tra persone insospettabili, il riconoscimento di una certa logica da salvaguardare, e molti di questi sono giovani, alcuni giovanissimi. 
Questo post è per avviare una riflessione su questo spinoso argomento e una volta tanto dibattere -se è possibile- su argomenti veri che ci toccano tutti nel tessuto quotidiano.
L'Italia non sta come sta perchè Goldman Sachs ci mangia vivi.
Goldman Sachs è venuto a mangiarci vivi perchè sapeva che un paese dedito alla prostituzione di massa, è un paese dove è molto facile corrompere la dirigenza e quindi fare dei buoni affari.
I loro, si intende.
Sulla pelle di tutta la nazione.
Hanno la Biancofiore come sponsor.
Insieme a tutti coloro -indifferentemente maschi o femmine- che la pensano come lei.

P.S.
L'immagine che vedete in bacheca è un piccolo scoop: ritrae due testimoni eccezionali che sanno tutto della trattativa sui diritti televisivi Mediaset, che Berlusconi ha scovato a Los Angeles e si dichiarano pronti a venire a Roma per testimoniare raccontando tutto.
Presto ne vedremo e ne ascolteremo delle belle.












domenica 24 novembre 2013

DAVID ICKE: “IL CAMPO”, DOVE I “MISTERI” NON SONO PIU TALI…

Altri articoli sullo stesso tema

SEGNALA AD UN AMICO VERSIONE PER LA STAMPA

Gli scienziati e quelli che si definiscono tali, hanno cercato a lungo di stabilire una “teoria del tutto” .  Posso dare una mano in questo … Tutto è espressione di una singola Infinita Coscienza/Consapevolezza che prende forme infinite.
La Consapevolezza Infinita è capace di infiniti punti di attenzione e di concentrazione e questo è quel “che noi siamo” e quel che tutto è : un punto di attenzione all’interno di un Tutto Infinito. Il tuo punto di attenzione potrebbe essere il tuo nome, la tua famiglia, il tuo lavoro, una storia di vita … Se cosi’ è, crederai di essere un essere umano che è nato, vive per un po’ e poi muore.
Se hai un range di attenzione espanso (coscienza espansa o consapevolezza), saprai che il tuo nome, la tua famiglia, il tuo lavoro, la tua storia di vita  sono solo concise esperienze in una particolare banda di frequenza (ovvero “punto di attenzione”), all’interno della Consapevolezza Infinita, cio’ che tu veramente sei.
Macrolibrarsi.it presenta il LIBRO: Ricordati Chi Sei, dove Vivi e da dove Provieni  Il focus di attenzione  che chiamo Infinito è consapevole di tutta la possibilità  e di tutti i punti di attenzione, perché il suo raggio di attenzione è infinito. Qui, è dove hanno avuto origine i termini come “ Onnivedente ” e “ Onniscente ” nell’antica consapevolezza della Realtà Infinita, prima che laforza parassitica e manipolativa (un altro punto di attenzione e percezione) chiudesse la porta sull’attenzione umana e quindi sulla percezione. Si, questo per la piu’ parte delle persone.
In tutta la “storia”  manipolata, coloro che si sono rifiutati di soccombere, sono stati chiamati “veggenti” , saggi, visionari e “fuori di testa” . Sono stati  ridicolizzati, “licenziati"  e arsi sul rogo perchè, per la forza parassitica, essi erano potenzialmente letali per il progetto di gioco.
Se vuoi che la popolazione che hai come obbiettivo, creda in una realtà artificiale, costruita allo scopo, l’ultima cosa che desideri,  è avere intorno qualcuno che dice che ci sono molte possibilità  da poter prendere in considerazione .
Un unico “campo di energia”  (coscienza) pervade tutta la realtà ed i campi apparentemente differenti,  sono solo espressioni di un unico campo: ‘Il Campo’.  I campi ‘differenti’ sono differenti punti  di attenzione  e consapevolezza  ed il singolo campo  che tutto pervade  (la coscienza) è la consapevolezza collettiva.
Se il tuo focus di attenzione include  questo campo collettivo , vedrai  “il grande quadro’ della realtà di cui stai facendo l’esperienza, ma se sei concentrato (e consapevole)  solo sul “tuo sé”  individuale, percepirai solo la  illusione “fisica” (olografica) della forma apparente e penserai in termini di limitazione della possibilità  e non invece di tutta la possibilità
Se volessi intrappolare  i tuoi “obbiettivi” (nel senso di individui, ndt )  in una falsa realtà, che tipo di percezione avresti bisogno che essi abbiano: il grande quadro o il “piccolo me”? La domanda si risponde da sé ed ecco perchè viviamo nel modo in cui siamo.
Ecco perchè “la scienza” , la ‘medicina’, l’educazione  ed i media, si rifiutano di accettare ed esplorare l’esistenza del “Campo”  e delle sue sottodivisioni. La forza nascosta dietro quelle istituzioni sa che una volta che le persone diventano consapevoli dei livelli di se stessi oltre il corpo, allora il domino inevitabilmente  crolla  e, come da mie metafore… la nebbia inevitabilmente si dirada.
 
il campo aurico cambia colore  quando cambianoi pensieri e le emozioni (che son frequenze),
perchè ogni colore ed ombra è una frequenza diversa.
E tutto questo...nonostante il fatto che il campo umano aurico o elettromagnetico, ora puo’ essere confermato tecnologicamente 
Ma chi se ne frega della verità… tenere in riga l’ignoranza per proteggere la versione scientifica ufficiale del tutto.  Sai che botto per il tuo finanziamento,  lavoro e “reputazione”  con i tuoi colleghi, se solo ti metti ad esplorare la verità...
Il rifiuto del sistema a riconoscere  l’esistenza del campo aurico e le sue connessioni reali e potenziali verso la realtà energetica piu’ ampia , ha condannato la “scienza” ufficiale, come la “medicina” e “l’educazione” (istruzione) ad una costante ignoranza sulla natura della vita e della realtà . Questa è l’ignoranza descritta come “i misteri della vita” .
Se qualcosa è sepolto in un campo che ti rifiuti di esplorare , il luogo di quel qualcosa non sarebbe un mistero per te? Tutto è un mistero se ti rifiuti di guardare  dove e cosa è. Il “Campo” è dove si possono risolvere “i misteri” ma se cocciutamente rifiuti la sua esistenza, nonostante tutta la evidenza, i “misteri” resteranno misteriosi.
Tutto questo puo’ essere estremamente distruttivo in molti modi, non ultimo in termini di salute.
L’ologramma che è la forma umana, è una proiezione che giunge dalla informazione contenuta nel campo aurico. L’ologramma tecnologico che vediamo riprodotto in un negozio, è prodotto da un laser che legge le informazioni, codificate in onde di forma su una stampa fotografica.  La stampa è un campo informativo di onde di forma , dal quale viene proiettato cio’ che vediamo come forma olografica
… e questo significa che l’ologramma non puo’ manifestarsi senza l’impronta informativa di onde di forma, o il costrutto. L’ologramma è semplicemente una versione decodificata di quella impronta e se  guardiamo alle implicazioni mediche e salutistiche che ignorano tutto questo…, le conseguenze diventano ovvie 
I guaritori alternativi dicono da molto tempo che la “medicina moderna” tratta il sintomo e non la causa e se osservate la relazione campo/ologramma potete vedere perchè. Il corpo (ologramma) è una proiezione  del campo informativo e quindi qualsiasi cosa accada nel campo, deve essere trasferita al corpo.
Ma i medici e “gli scienziati”  vedono solo il corpo e quindi possono solo “trattare”l’ologramma (e spesso causa questa ignoranza fare anche peggio). Hai un dolore? Bene: addormentero’ i nervi che lo stanno generando.
Il dolore, tuttavia , è causato da uno squilibrio-distorsione nel campo aurico e se questo non viene energeticamente guarito, il sintomo (lo squilibrio nel campo trasmesso all’ologramma)  puo’ solo essere mascherato, non eliminato
  FREQUENZE RIEQUILIBRATRICI PER EMOZIONI- MENTE-CORPO
I migliori guaritori e  i piu’ efficaci, puntano al campo energetico e non al corpo, perché sanno che se il campo è in salute, il corpo lo sarà di conseguenza, perché essi sono reciproci.
Un' altra causa-effetto sulla salute, respinta dagli organi ufficiali (ma ben nota al nucleo nascosto) è quella relativa ai pericoli nel vivere vicino a centrali nucleari, linee elettriche, cellulari, WI-Fi, Smart meters (“contatori intelligenti”) e disastri radioattivicome quello di Fukushima.
Gli effetti vengono”licenziati in fretta” perché:
a) il nucleo interno della cospirazione [contro l’umanità, ndt]  non vuole che si sappia
b) la piu’ parte di quelli che servono il sistema nella “scienza” e nella “medicina” , non sanno esattamente cosi sia il corpo o come funziona.

Essi dicono, infatti, che  queste tecnologie a radiazione  non possono avere un effetto sul corpo; il loro effetto, pero', è sul campo  aurico elettromagnetico e questo come detto, viene trasferito all’ologramma corpo. Se passate sotto delle linee elettriche con la radio della macchina accesa, potete sentire come uno scoppiettio, causato dal campo elettromagnetico  che viene proiettato dalle linee elettriche.
Questo è cio’ che accade a chi vive vicino o sotto  quelle linee. I loro campi aurici elettromagnetici,  vengono distorti dalla corrente delle linee  e tale alterazione viene passata  al corpo che cosi diventa distorto … chiamatela poi  leucemia o come altro volete…
Di nuovo, la chiave per comprendere è la consapevolezza del Campo  e delle sue sub-divisioni.
Un fondamento della cospirazione globale è quello di manipolare e confinare l’attenzione umana al livello dell’ologramma, ovvero dei 5 sensi . Una volta che ci cadiamo dentro ... le nostre percezioni del sè  e della realtà vengono intrappolate nel mondo che crediamo di vedere  e che sostanzialmente è la percezione  del cervello sinistro che vede tutto come separato da tutto il resto.
Le istituzioni che servono il sistema, ovvero la scienza, la medicina, l’istruzione  e i media, sono tutti strutturati e controllati nel contenuto per tenervi in riga nella realtà dei 5 sensi. Ecco perchè le spiegazioni e possibilità alternative vengono censurate da questi veicoli di inganno  ed alcune persino proibite per legge. Ecco perchè il sistema prende di mira chi mette in discussione l’ortodossia del 5 sensi.
Ignoranza ed arroganza si uniscono e cosi degli scienziati mettono in ridicolo spiegazioni e possibilità piu’ ampie sulla realtà, perché esse non si basano su cio’ che loro chiamano “ragione “. Ma cosa è la ragione se non una percezione basata su informazioni che sono state processate e sono diventate cosi un credo?
L’omeopatia non si basa su questa versione  di “ragione scientifica”  viene percio’ licenziata in partenza: non potete diluire una sostanza fino a non averne traccia e pensare che questo abbia effetto nella guarigione di qualcuno…Questa condanna insensate della omeopatia è un’altra conseguenza dell’ignorare il Campo ed il fatto che tutto è Informazione e Consapevolezza.
Degli esperimenti fatti all’Istituto  Aerospaziale a Stoccarda , Germania, hanno mostrato che mentre una sostanza puo’ venire rimossa dall’acqua, la sua informazione rimane invece nell’acqua. E’ questa informazione energetica,  che opera la guarigione (posto che l’omeopata sia competente) grazie al suo effetto sul campo aurico e quindi sull’ologramma.
L’omeopatia a questo livello non sta guarendo direttamente il corpo (ologramma) ma l’impronta informativa da cui viene proiettato il corpo. Essa guarisce energeticamente non fisicamente, perché non c’è un fisico e quando il campo aurico è guarito, lo stesso deve esserlo il corpo.
La conoscenza del “Campo” da una ragione alla omeopatia e ad altre forme di guarigione alternative, ma non ha fondamento nella ragione di menti del sistema come quella del  professor, Richard Dawkins, università di Oxford, che vede solo il fisico. Per loro il “fisico” puo’ essere guarito solo dal “fisico” , ma questo presenta un bel problema, visto che il fisico … non c’è.
Di nuovo, la ragione e la logica non sono assolute, ma sono uno stato di percezione, che si basa su informazioni ricevute ed informazioni processate in una credenza. Una volta che sapete questo, non  cadrete piu’ nella trappola  del credere a tutto come fosse assoluto. Ho detto molte volte che non credo a questo. Ho una percezione della realtà in ogni momento ma so che c’è sempre molto di piu’ da conoscere. Cio’ che chiamiamo credo si solidifica in un’autocensura di percezione e nell’arroganza che non c’è  da conoscere di piu’ e di piu’ di quanto “dio” vuole che conosciamo.
I ‘testi sacri ’ sono rappresentazioni classiche di questa autocensura del libero pensiero,come lo sono i libri e i livelli della ortodossia scientifica, che dettano il significato e la percezione  di “ragione” e “logica” negando il Campo.
Le religioni parlano dell’anima ma la maggioranza dei seguaci e promotori conduce la propria vita nel dominio della percezione “fisica” . L’anima cosi diventa un concetto, non un essere.
Nulla è separato dal resto. Siamo espressioni , punti di attenzione e consapevolezza, all’interno della Realtà Infinita. Quando ignoriamo il Campo, creiamo una percezione di separazione e divisione che quindi detta la nostra realtà in qualità di “piccolo me separato” . Questo è un fatto cruciale per i manipolatori parassitici , perché cosi’ intrappolano l’attenzione collettiva nei 5 sensi dell’ignoranza ottusa.
Persino il concetto dell’anima incarnata che lascia il corpo alla morte, è una illusione.Lo è in un concetto piu’ ampio poichè il corpo nella tomba e il ‘ritirarsi dell’anima’ restano espressioni della stessa Consapevolezza/Immaginazione Infinite. Non c’è separazione se non nella percezione della mente manipolata.
Un altro “mistero” che si dissolve con la consapevolezza della realtà è quello del “shapeshifting” il cambiare forma  e la possessione demoniaca.
Il campo aurico, è l’impronta informativa del corpo quindi cio’ che la cambia , cambia anche il corpo (ologramma).  Quando ci sono dei posseduti, significa chel’entità o le entità hanno imposto il loro campo energetico, sul campo elettromagnetico della persona che hanno preso di mira, al punto tale che l’informazione della possessione diventa dominante e l’ologramma di conseguenza viene distorto.
   Si pensi alla classica distorsione di lineamenti del viso che vediamo rappresentati in film dell’orrore : cosa accade alla faccia? Sta cambiando forma. I lignaggi ibridi  che io ho rivelato in tutti questi anni, hanno un DNA ibrido.
Ma cosa è il DNA? E’ l’espressione olografica di un campo di informazione.
Quindi quando un umano cambia forma in un rettiliano o in una qualche altra forma, significa solo che il campo della possessione diventa dominante ed influisce sull’ologramma che cambia forma in linea con l’informazione che viene proiettata. Di nuovo… se pensate solo in termini di “fisico” , ridicolizzerete subito chiunque dica che è possibile passare da una forma ad un’altra. Conosco bene questo tema del "ridicolo" in prima persona,  
per come sono stato trattato in questi anni dalla massa della gente e dai media, per aver detto che ci sono dei lignaggi nel nostro mondo che possono prendere sia forme umane che rettiliane (ed altre).
Se il mondo fosse fisico o solido, l’idea del cambiare forma sarebbe ridicola, ma il mondo non è solido : è fluido o olografico. E’ solo l’apparenza (esperienza) codificata a sembrare solida. Una cambio di forma è un “cambio energetico” , un cambio di un campo di informazione, che fa si che l’ologramma cambi.
E’ cosi semplice ma l’ignoranza della natura della realtà, fa percepire quel che è semplice e logico, come fosse pazzo e impossibile.
Le entità -o la consapevolezza- che agiscono possessione sugli esseri umani, sono le stesse venerate dai Satanisti. I loro rituali sono progettati per creare una connessione di frequenza tra il satanista e la/le entità ; il satanista non solo cerca la possessione ma anche la considera un onore .
Essi continuano a condurre gli stessi rituali antichi risalenti a migliaia di anni fa, perchè questi hanno un effetto energetico. I simboli, colori  e candele  non sono li per fare scena, ma perché collettivamente generano le connessioni di frequenza, che consentono alle entità di possedere i partecipanti e di manifestarsi.
Molti ex satanisti mi hanno detto che il classico pentagramma invertito messo in un cerchio, è effettivamente l’espressione olografica  di un particolare campo di energia che crea un portale attraverso il quale le entità possono manifestarsi nel rituale.
Mentre accadono rituali nel nostro “mondo”, altri ne vengono condotti nel regno dei parassiti, o quelli che i Cristiani chiamano i Demoni , i Musulmani Jinn e gli gnostici Arconti .
I rituali creano una risonanza energetica che collega ad essi e cosi le entità possono scivolare nel mondo dei 5 sensi fintanto che c’è quella connessione.
La gerarchia umana di controllo è veramente la gerarchia demoniaca o arcontica trasferita sulla terra . Ovvero è il nostro range di frequenza della terra, prodotto dalla possessione demoniaca di quegli umani che appartengono ai lignaggi ibridi, quelle  linee specificatamente riprodotte per la loro connessione frequenziale con il regno demoniaco.
Il sacrificio umano antico (e moderno) “agli dei” era ed è il sacrificio dell’energia umana al regno demoniaco; l’enfasi sulle “giovani vergini”  è il codice relativo ai bambini, poiché i parassiti desiderano particolarmente l’energia umana prima che attraversi quello stato che noi chiamiamo pubertà. 
Ecco perchè la pedofilia è cosi diffusa, soprattutto tra i lignaggi (famiglie di linee di sangue ndt) . I pedofili sono estremamente posseduti demonicamente; mentre fanno sesso con i bambini, le entità che agiscono la possessione risucchiano e si nutrono del campo energetico del bambino.
Vengo spesso posto in ridicolo anche da molti dei media “alternativi”,  non solo da quelli ufficiali, perchè entrambi non comprendono la realtà che stiamo decodificando e di cui stiamo facendo esperienza.  O vedono solo il fisico (non esistente) o hanno un credo religioso che detta loro il senso della realtà.
Questo impedisce loro di andare in profondità  fino a raggiungere la fonte della manipolazione e invece condannano o pongono in ridicolo coloro che lo fanno, poiché anche loro hanno ignoranza sulla realtà. Una volta che credi di sapere tutto… ecco che comincia a stratificarsi il cemento.
Questa schizofrenica ignoranza  è la ragione fondamentale per cui  gran parte della arena alternativa, elude la profonda comprensione di cio’ che abbiamo davanti e come possiamo gestirlo .
Sapere tutto cio,  fa parte del viaggio infinito nella consapevolezza; nel punto di attenzione, che include l’infinito stesso, a quel livello...  diventi tu stesso  l’onnicomprensivo, il Tutto- Cio’-Che-E’ nel suo stato piu’ espanso.
Dalla prospettiva  di un punto di attenzione concentrato sul corpo, all’interno di un minimo range di frequenza che chiamiamo luce visibile e di una realtà fondamentalmente manipolata  per intrappolarci  nell’ignoranza e nel controllo, cio’ che possiamo sapere paragonato a cio’ che c’è da sapere…  è minimo
Anche la programmazione della percezione è iper-pervasiva e tutti dobbiamo essere costantemente vigili per osservare la sua influenza sui nostri pensieri  e credi.
I fanatici religiosi e quelli che credono alla versione della realtà data dal sistema, sono tenuti in scacco dal programma di percezione, ma lo sono anche coloro che hanno respinto la religione ed hanno visto oltre alcune fantasie del sistema, tuttavia allo
stesso tempo condannano coloro che scelgono di vedere e comunicare cio’ che gli altri scelgono di respingere.

L’esistenza del Campo e’ un buon punto per partire col processo di deprogrammazione, poichè una volta che si abbraccia il Campo nel range della possibilità , moltissimi aspetti del programma perdono la loro onnipotenza. Improvvisamente l’”impossibile” diventa il perfettamente spiegabile e alla consapevolezza viene data la fluidità per fare un salto.

Non ci sono "misteri" inspiegabili, come non ci sono miracoli inspiegabili. C’è solo Sapere o Ignoranza ed entrambe sono una scelta.


By David Icke, www.davidicke.com
dalla sua newsletter del 3 novembre 2013
Traduzione Cristina Bassi per 
www.thelivingspirits.net

sabato 23 novembre 2013

Angela Volpini,un illuminata italiana,bellissimo discorso

Populismo: potere politico sottratto alle elites

Le circostanze impongono di ri-pubblicare questo articolo dello scorso gennaio, vista la frequenza delle riunioni clandestine in corso per il varo della “NATO economica” (sic), A tappe forzate vogliono imporla per la primavera. La dirigenza “europea” che si appresta a firmare l’accordo capestro -senza ritorno- è guidata dai soliti funzionari della Goldman Sachs. Potrebbe persino astenersi dal partecipare ai conciliaboli segreti, in bunkers lontani e al riparo della partecipazione della cittadinanza. Basterebbe sbobinare e decodificare tutte le registrazioni di cui sono state vittime -consenzienti o ignare?- negli ultimi anni. La controparte USA, infatti, sa già tutto e conosce a menadito -per aver spiato capi di stato e di governo, settore impresariale e banche- quel che la “Commissione” di Bruxelles ha da dire riguardo all’annessione-liquidazione definitiva dell’economia europea. Washington sa che i più ligi e servizievoli sono quelli che infilano il “populismo” in ogni frase del loro vuoto dire.
La parola “populismo” abbonda sulle labbra di tutti coloro che hanno consumato il divorzio
definitivo, tra cittadini e governanti, tra popolo ed elites. Sentendosi, ovviamente, parte di queste, vuoi per averne sposato gli arcani economicisti, la neolingua dei bassifondi finanziari, vuoi per identificarsi in una “modernità” che mal nasconde il settecentesco neo-totalitarismo delle oligarchie. I gruppi dirigenti europei che aulicamente si autodefiniscono “la politica”, in realtà sono come dei novelli eunuchi evirati del potere politico. L’hanno affidato ai grandi gruppi economici transnazionali, che ora possono togliere e mettere governi ad Atene, Lisbona, Madrid e Roma, come ieri a Buenos Aires, Brasilia o Singapore.
E si arrogano il potere di veto sull’operato degli altri governi che -quando pretendono di essere veramente nazionali- vengono demonizzati e tolti di mezzo.
Gli eunuchi, senza più una ragion d’essere, valletti della ragione economica elevata a ragion di Stato, tentano di camuffare il servilismo e il ruolo di sterilizzatori della residuale democrazia rappresentativa. Con l’esibizione d’uno sprezzante inganno o infamando i critici e chi resiste alla dogmatica oscurantista delle elites.
“La politica” ingiuria quelli che non rappresenta più, che non si rassegnano al nuovo verbo della carestia e dell’ingrasso statale delle vacche già obese. Sembra che si dicano “non vale la pena governare questi “populisti” ingrati, che abboccano a demagogie non autorizzate o illegali”. Ossia non propinate dal FMI o BCE, dai santuari consacrati dai profeti globalisti di ieri, ora autopromossi a terapeuti del disastro di cui sono autori con copyright.
Oltre a gruppi e movimenti esistono anche pericolosi governi “populisti”, soprattutto in Sudamerica. Si caratterizzano per aver eretto barriere difensive contro le oligarchie nazionali, finanza internazionale e FMI. Per aver riscritto Costituzioni snaturate dai banchieri, impugnato e rinegoziato il debito estero, dilazionato il pagamento degli interessi, rinvigorito gli investimenti sociali e ridotto la disoccupazione. Hanno nazionalizzato -con indenizzazione- settori industriali strategici (petrolio, gas, alcune banche, telefonia, terre non coltivate ecc) garantendo così flussi costanti per il finanziamento delle politiche sociali (istruzione e salute).
Sviluppo con redistribuzione è la formula seguita dal Brasile di Lula e Dilma Rousseff. Inclusione sociale e democrazia partecipativa, ripetono in Bolivia ed Ecuador.
Il bilancio d’un decennio di politiche eretiche -scomunicate dal FMI- è più che positivo, in termini di stabilità e coesione sociale raggiunte, come pure dei macro-indicatori economici tanto cari ai cattivi maestri dei nostri antipopulisti a scoppio ritardato, targati UE. Può avere successo l’applicazione acritica e ritardataria dei diktat che hanno affossato i “piccoli dragoni” e l’America latina negli anni 70 e 80? E’ ovvio per tutti, ma non per i novelli eunuchi che -non conoscendo limiti alla vocazione al vassallaggio- agiscono come agenti destabilizzatori dei governi del Venezuela ed Argentina.Le due correnti del neoliberismo europeo -Partito Popolare e Partito Socialista- avversano con la stessa determinazione i governi di Chávez e di Cristina Fernandez, e sponsorizzano con molta generosità dirigenti e partiti ultraliberisti, orientati alla restaurazione o al ritorno delle politiche fondomonetariste. PPE e PSE si riuniscono persino con politici che nel 2002 firmarono il decreto di scioglimento del parlamento, del potere giudiziario ed esecutivo del Venezuela.
Nel caso dell’Argentina, spalleggiano oscenamente il FMI che emette mensilmente una bolla di scomunica urbi et orbi contro il governo legittimo. Madame Lagarde ricorre arbitrariamente ad argomentazioni nettamente politiche, con palese finalità di destabilizzazione economica. Castiga con un originale specie di spread per scongiurare che l’Argentina diventi un positivo punto di riferimento per i Paesi che cercano vie d’uscita dal neoliberismo. Terrorismo mediatico a sfondo economico.
Eppure il FMI, Club di Parigi, Banca Mondiale hanno abbonato ben 13 miliardi di dollari a Myanmar (Birmania). Cancellare il debito estero e spalmare i rimanenti 3 miliardi in comode rate durante 15 anni, non è cosa di poco conto. E’ vera filantropia e sincera esportazione della democrazia di mercato? Perché Birmania sì e Grecia no? E’ decisione politica inquadrata nella strategia di isolamento e blocco delle vie marittime della Cina. Finanziare un nodo scorsoio di basi ed istallazioni militari in grado di condizionare il flusso delle esportazioni e delle importazioni di materie prime.
Le istituzioni finanziarie globali, sorte alla fine della seconda guerra mondiale, adottano decisioni squisitamente politiche per dare ossigeno alla libera impresa e banca occidentale. Per battere la concorrenza cinese, finanzia misure di forza con i capitali estorti alle altre nazioni e popoli. Dietro il paravento dell’ortodossia economia agisce da governo mondiale. E gli “antipopulisti” ne fanno parte o sono succubi.
Tito Pulsinelli
Nota: la lettura de ”Il populismo russo” di Franco Venturi, Einaudi, è utile in questi tempi di inflazionata ignoranza storica globalizzata, e da la misura della latitudine antisociale abitata dall’attuale classe dirigente europea.

giovedì 21 novembre 2013

Cannibalismo giustificato


Veramente commovente questo video,un inno alle eccezionali potenzialità umane.
Assolutamente da vedere,e da meditarci a lungo.
Questo è il sito,dell"uomo dall"eccezionale forza di volonta,che ha salvato tutti.
Nando Parrado      www.parrado.com

mercoledì 20 novembre 2013

Grillo contro Le Pen e Orban: Ma cosa stai facendo?

E così il "guitto" milionario getta la maschera. Si scaglia contro i movimenti contro l'euro e contro questa Europa dei mercanti e dei tecnocrati, sopratutto si scaglia contro Orban che è l'uomo che ha ridato dignità, lavoro e speranza nel futuro al popolo ungherese. Una per tutte: Orban ha nazionalizzato la Banca d'Ungheria ed ha detto a chiare note, ai tecnocrati della BCE, che quella banca prende ordini solo dal popolo ungherese. Dicevamo che il "guitto" getta la maschera: ora abbiamo la certezza, ma l'abbiamo sempre avuta, che è congeniale al sistema. 
Creare una opposizione che non disturbi il manovratore è la tecnica del tiranno per continuare a comandare a proprio piacimento facendo finta di essere democratico.
Torni a fare il comico perché da politico non ci fa ridere neanche un po', di falsi profeti ne abbiamo le scatole piene.
Claudio Marconi
Ieri sul blog di Beppe Grillo è comparso questo post dove, il comico-politico genovese, ha dichiarato che la cattiva gestione della crisi europea stia spianando la strada al ritorno del fascismo in Europa; citando inoltre Alba Dorata, Marine Le Pen e Viktor Orban.
qui l’articolo completo (link diretto)
Le oligarchie finanziarie si baloccano con governi compiacenti o direttamente imposti da loro. Infatti la BCE ha ormai il potere di influenzare la composizione dei governi nazionali. Questi alchimisti dello spread evocano una nuova guerra santa contro i “populismi” rei di mettere in discussione un’architettura economica costruita sopra le teste dei cittadini, un atto profondamente anti democratico. La povertà e la disoccupazione dilagano ovunque in Europa insieme a un’emigrazione incontrollata dall’Africa e dall’Est dell’area Schenghen, a cui non aderisce la Gran Bretagna che sta studiando nuove limitazioni agli ingressi e sospesa in Danimarca, ennesimo fallimento della UE. La Grecia è stata lasciata morire dai “fratelli” europei, sacrificata sull’altare delle banche tedesche e francesi che volevano indietro la loro “libbra di carne”. Questa Europa non è basata sulla solidarietà, chi sbaglia paga e paga fino in fondo. Fino alla spoliazione dei beni dello Stato, con la distruzione del tessuto sociale, dei servizi di prima necessità, come la sanità. E’ quello che sta avvenendo ai greci abbandonati alla loro sorte come degli appestati. L’Europa sta diventando un lazzaretto. Chi si ammala è lasciato alla sua sorte. Che razza di Europa è questa? Assomiglia a quelle riunioni di mafiosi in cui chi sgarra viene assassinato. Solidarietà doveva essere la prima parola, il primo mattone dell’edificio europeo. Non è stato così. Non è così. I garanti dello status quo ormai insopportabile, in Italia la coppia al comando è Napolitano – Letta, continuano imperturbabili nelle loro convinzioni ignorando il mondo che gli sta crollando intorno. Indifferenti a un mostro che si sta svegliando e che sarà difficile, quasi impossibile, rinchiudere nelle gabbie del suo passato se diventerà più forte. Per questi finti democratici, tutori dei loro interessi personali, collegati con la finanza e non con il popolo che disprezzano sta suonando la campana a martello. Purtroppo, oltre che per loro, rischia di suonare per le democrazie. Il fascismo sta avanzando grazie a questi sciagurati in tutta Europa. Un sondaggio di ieri dà Alba Dorata primo partito in Grecia con il 26%, in Francia il Front National di Marine Le Pen è dato come primo partito dalla sua nascita con il 24%, in Norvegia ha vinto il Partito conservatore insieme all’affermazione del Partito del progresso, nel quale militò Anders Breivik, responsabile dell’uccisione di 77 persone. In Ungheria il governo di estrema destra ha stilato una lista nera di personalità che avrebbero fornito ai media stranieri informazioni contro l’immagine dell’Ungheria. Viktor Orban, il primo ministro, ha cambiato la Costituzione minando l’indipendenza della Banca centrale, l’autonomia della magistratura e dell’autorità garante della privacy e ha come obiettivo la Grande Ungheria nazionalista. Quali sono le cause della nascita dei nuovi fascismi? Chi sono i veri responsabili? Chi ha tradito la democrazia?
Ora, che la politica assurda imposta dall’UE ai paesi del Sud stia spingendo movimenti antisistema è senza dubbio vero, ma che questo sia un male mi permetterei di metterlo come minimo in discussione.
Grillo non si rende conto che quello che lui ha detto su questi movimenti, all’estero (ma anche in Italia), potrebbero dirlo tranquillamente su di lui. E’ ridicolo.
Inoltre, analizzando gli esempi fatti, se un po’ di cautela nei confronti di Alba Dorata sarebbe comprensibile,  ben diverso è il discorso già con Marine Le Pen, una donna relativamente giovane che ha rinnovato un movimento profondamente nostalgico e che rifiuta la dicotomia destra-sinistra. Quale fascismo potrebbe portare Marine Le Pen, ma Grillo ha mai letto il programma di Front National? Si può veramente aver paura di Marine Le Pen? Parliamone. Io dico di no. E anche molti francesi.
Capitolo Orban. Di solito chi scrive sul premier ungherese è un ignorante disinformato. L’Ungheria è un piccolo stato con una lingua praticamente inaccessibile, tutte le notizie che arrivano a noi non sono verificabili e spesso vengono distorte a piacimento.
Per esempio, visto che di solito parlo di Euro, nessuno vi ha mai detto che l’Ungheria sta vivendo una buona ripresa economica (PIL +1,7%, Debito/PIL 79% in calo, Deficit/PIL 2%), sta riassorbendo la disoccupazione e la loro valuta, il fiorino ungherese, regge il mercato senza troppi problemi, i tempi del FMI sono un ricordo. Vivendo a Budapest per 6 mesi ho potuto tastare con mano una popolazione serena, laboriosa ed ordinata, chi pensa che Orban sia un dittatore autocrate non sa di cosa parla o è in malafede.
Viktor Orban è alla seconda esperienza di governo dopo quella del 1998-2002 (poi ha perso le elezioni, quale autocrate perde le elezioni?).
Ha rivinto, nel 2010, in maniera schiacciante, ottenendo una maggioranza bulgara, oltre il 50% dei consensi. Questi voti li ha utilizzati per fare delle importanti riforme. Ha riportato la Banca Centrale sotto controllo del Governo (attirandosi questo articolo moderato), ha riformato la costituzione, la giustizia, l’istruzione ecc. Ha fatto ciò che si chiede ad un governante regolarmente eletto. HA GOVERNATO. L’anno prossimo si presenterà di nuovo ad elezioni e vedremo i risultati, su quelli misureremo l’apprezzamento, che a chi scrive risulta molto alto.
Allego infine uno dei commenti nel blog di Grillo all’ultimo articolo sopracitato che trovo particolarmente interessante e condivisibile.
Fino a quando Grillo continuerà ad inserire tra indubbie verità alcune menzogne sarà sempre meno credibile. Parlare male dell’Ungheria di Orban significa mentire, e lo dico da persona che conosce bene l’Ungheria, dove Orban è amato, ma che dico, amatissimo, pressoché da tutta la popolazione. Quello che il blog di Grillo definisce un estremista è in realtà un moderato che combatte contro quelle lobby europee che anche Grillo dice di combattere. Continuare a parlare male di Orban significa continuare sulla strada di quell’estremismo di sinistra, in linea con i parlamentari del Movimento eletti in Parlamento, che sta distruggendo il Movimento e facendo perdere ogni voto moderato che Grillo aveva raccolto nel febbraio 2013.
Fonte:
http://scenarieconomici.it/grillo-contro-le-pen-e-orban-ma-cosa-stai-facendo/
Grillo contro Le Pen e Orban: Ma cosa stai facendo?