.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


giovedì 8 gennaio 2015

Attentato al Charlie Hebdo - SE VI SIETE BEVUTI L'11 SETTEMBRE ORMAI NON C'E' LIMITE ALLA LORO FANTASIA NELLE FALSE FLAG

Fonte http://accademiadellaliberta.blogspot.it
appunti liberi sul filmato  attentato


Attentato al Charlie Hebdo

- Il cameraman era già li  (no ma dai)
- un dei due "terroristi" perde una scarpa
- tornano indietro per sparare ad un poliziotto a terra ma l'esplosione è almeno 50/60 centimetri  più avanti non in traiettoria
- non c'è una goccia di sangue dopo lo scoppio!!!!
- il "terrorista" non verifica la morte ma continua a correre
- avete idea di cosa succede quando spara un KALASHNIKOV?
- sulle tv nazionali  quel fotogramma viene tagliato (no ma  dai)  con tutto quello che vedono nei film (hollywoodiani) questa scena poteva essere veramente dura.
- il poliziotto a terra si gira di lato quasi per essere a favore del "terrorista!
- i Kalashnikov solitamente si vendono con le patatine...!!
- i due  "terroristi"  dopo aver "sparato" al poliziotto a terra fanno un giro "quasi inutile" ed insignificante  (se non a favore di camera) per poi tornare alla macchina (no ma dai)
- la macchina ha gli specchietti argento diversi dall'altra  della foto che sono neri
-un terrorista  riprende la scarpa caduta magari  fa paura di lasciare una traccia salvo dimenticarsi le carte di identità (no ma dai)
- un "terrorista, la prima cosa che fa quando va a fare un attentato è quella di portarsi la carta di identità dietro (sapessi mai ti ferma un poliziotto pignolo)
-si parla di un autista che aspetta ma uno dei due entra proprio dal lato della guida
- il cameraman che fa finta di nascondersi propri nel momento in cui può riprendere meglio mentre vanno via chiude il filmato
- lasciano le carte di identità nella macchina (no ma dai!)
- vengono individuati la sera stessa due dei terrorrisi (no ma dai)
- sono gia conosciuti per altri reati (no ma dai)
-dopo tre secondi sanno già che è stato l'ISIS  e che due sono reduci dalla SIRIA (minchia che velocità di indagine)

Nessun commento:

Posta un commento