.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


giovedì 30 luglio 2015

Uno dovrebbe semplicemente prendersi per niente" (Jean Klein)

Continuiamo a leggere qualche brano tratto da La naturalezza dell'essere di Jean Klein:
"L'agitazione subentra quando cerchiamo qualcosa. [...] Non c'è nulla da trovare. [...] Non cerchi di essere il testimone di ciò che è percepito. Lei è già tutto questo. Si liberi dal «cercare» di esserlo.
[...] Il corpo è soltanto energia. Quando vi è tensione, allora si manifesta una reazione, l'energia diviene statica e si forma una difesa. La consapevolezza dissolve questa fissazione.
[...] Il primo passo è diventare consapevoli di se stessi nella vita quotidiana. Si familiarizzi con il vedere e con il vivere senza qualificare, senza mettere etichette su ciò che è visto. Una volta che si dilegua il riflesso di interferire su ciò che è osservato, e che la percezione non è più diretta o limitata, essa diviene viva, priva di limiti, multi-dimensionale. In quest'apertura non vi è identità personale, non vi è un'immagine di qualcuno, soltanto totale libertà.
[...] Sia l'esploratore del suo corpo, delle sue sensazioni e dei suoi desideri, dei suoi stati d'animo e dei suoi stati psichici. Lasci tutte le idee che ha di se stesso. Viva senza conoscere nulla, come un esploratore [...].
In questa esplorazione lei si accorgerà che non osserva realmente, che proietta le sue paure e i suoi desideri e li sovrappone al mondo. Perciò tutto quello che vede è il suo condizionamento, non il mondo come realmente esso è. La consapevolezza, la comprensione di come lei funziona davvero [...] costituisce in se stessa una trasformazione. Se cerca di fare un qualsiasi sforzo volontario, tutto quello che fa è spostare un poco intorno l'energia e rendere le cose momentaneamente più confortevoli per lei. Nell'attitudine dell'apertura e dell'esplorazione diviene automaticamente silenzioso.
[...]
Quando lei si prende per un uomo, questo è un concetto. Lei ha un'idea di quello che un uomo dovrebbe essere, e vi si conforma. Il pieno fiorire dell'uomo è possibile solo quando la mente è completamente libera da ogni rappresentazione. [...] Ogni rappresentazione è una riduzione. Uno dovrebbe semplicemente prendersi per niente. Quando lei si prende per qualcosa, si trova in uno stato di insicurezza costante perché è isolato dal tutto. La persona è sempre alla ricerca di una sicurezza che non può mai trovare. [...] Veda sul momento, sul campo, che si prende per un'immagine. Rendersene conto determina una rivoluzione, un arresto di tutte le energie disperse in schemi e proiezioni. Nello spazio dell'arresto sente che cosa fondamentalmente è.
[...] La forza traente che la conduce a considerarsi un'entità individuale è la paura.
[...] Quando dico «vivete la domanda», a quale domanda mi riferisco? Non è una domanda che emerga dalla lettura di libri, da quello che avete sentito [...]. Le domande che nascono da ciò che si è udito servono a soddisfare la mente. [...] Siate attenti a ciò che appare [...]. Quando ponete delle domande mentali, in realtà siete sordi a voi stessi. Non potete essere contemporaneamente nella mente - nel concetto - e nella percezione. Perciò restate aperti alla percezione. Lasciate andare tutto ciò che ha a che fare con il meccanismo della conversazione e troverete voi stessi nel vivere la domanda. Questa apertura vi condurrà alla risposta vivente" (pp. 109-135)

Nessun commento:

Posta un commento