.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


sabato 21 novembre 2015

Il Terrore | SILENZIO ASSENSO | Salviamo i bambini da queste menzogne |


Ho idea che siamo alle solite, se si tace e nessuno dice “no”, passa la logica del “terrore”, in na parola: Silenzio Assenso. Come direbbe il mio Baba (Marco Savio), per me è: “no”! Il “terrore” è l’ennesima manipolazione. Ho idea che siamo alle solite, se si tace e nessuno dice “no”, passa la logica del “terrore”.
Come” – qualcuno dirà – “con che coraggio ci si permette di dire che questa cosa del terrore è una terribile manipolazione”? “Dopo i morti che ci sono stati“? “Vergogna”! Bene è proprio a questa logica che bisogna ribellarsi. Basta farlo dentro, basta farlo in se stessi, più individui capiscono che è tutto un gigantesco inganno, perpetrato, tanto per cambiare, con l’ausilio dei media, e meno potranno portare avanti le loro logiche; è una questione di dimensioni di manifestazione della realtà. Se uno ha un briciolo di volontà non può accettare in se stesso questa farsa del “terrore”.
L’altra sera alla fine dell’incontro del mercoledì una dei presenti mi ha mostrato il compito dato a scuola elementare, da una maestra a sua figlia, su questo fantomatico “terrore”. La bambina (presente) era spaventata, non sapeva cos’era il terrore, ma era allo stesso tempo spaventata. La maestra ha detto che è parte del programma scolastico: “dobbiamo spiegare ai bambini cos’è il terrore, devono saperlo per potersi difendere” – avrebbe detto.
Io mi preoccuperei di difenderli da adulti del genere, il problema è che la cazzata del “terrore” (perchè è una cazzata!!!) creata appositamente per montare nuovi scenari geopolitici, attecchisce un pò ovunque e non solo sui media, le persone parlano solo di quello e di come dovrà cambiare la loro vita per questo.
L’altra sera Matteo Salvini diceva alla Gabbia su La7 che – “chi non condanna il “terrorismo” e gli attentati deve andare in galera a pane e acqua”. La stessa puntata hanno fatto passare prima un servizio del signor “nessuno” che diceva pressappoco quello di questo articolo del fatto quotidiano che sta girando sui social (Attentati Parigi: le (orribili) verità che ci vengono nascoste), e poi un servizio sulla polizia che ha armi antiquate e auto fuori servizio per contrapporsi ai terroristi. Ed ancora a darci dentro col giubileo e le minacce terroristiche.
Non do il consenso, niente silenzio assenso qui. Il terrore come lo state raccontando non esiste, è una pagliacciata studiata a tavolino per muovere scenari nuovi a livello geo-politico. Non me la bevo. Poi è ovvio che ci sono dei morti, ma la responsabilità è di chi alimenta tutto questo fervore.
Non avrei mai detto che l’avrei detto, ma sto giro l’altro Matteo, quello Renzi, intendo, sembra quello più acuto, si limita a sminuire la cosa, limita i toni, non pompa sulla notizia anzi tutt’altro, sarà anche per codardia, ma attualmente è l’atteggiamento, personalmente, più adeguato da adottare: ribadire che l’Italia non si mischia con cazzate colonialiste, non facciamo una seconda Libia ci sta tutta. Poi avrà i suoi vantaggi o forse meglio dire che come Italia (dato che Renzi rappresenta comunque degli interessi prima che se stesso) avremo i nostri vantaggi a tenere un atteggiamento simile, ma va capito che ISIS è un invenzione occidentale, sono sempre le stesse logiche coloniali di sempre, tenete i bambini lontani da tutto questo, è migliaia di kilometri lontano e solo i politici di un paese per loro opportunismo ed utilità possono decidere di lasciare che una cosa come questi terroristi ridicoli possano fare quello che hanno fatto a Parigi.
Sono tutti sempre allertati, eppure lasciano che le cose accadano, perché gli serve così, è la politica gestita da chi ha interessi economici e strategici che crea il terrore.
Isis è Iside, ed ISIDE è il mito egizio, il mito di Nut, si Nut la “voluttà”, … troppo mediatico e massonico allo stesso tempo!!!
Ma ce l’abbiamo un idea? Attentatori con i documenti di identità che poi perdono per strada, o che non potendo entrare allo stadio si fanno saltare per aria al di fuori? Ma quanto è ridicola questa cosa? Ventenni disadattati che vivono nelle periferie delle nostre città, uomini barbuti che urlano, senza ne capo ne coda, nel deserto. Ma possono essere dei credibili antagonisti di Paesi che posseggono arsenali atomici in grado di far saltare il pianeta decine di volte? Ma riprendiamoci. Ci stanno togliendo la civiltà, anzi voglio portarci ad una guerra di civiltà o così la pongono. Sembra di assistere al film V per Vendetta con la storia del falso attentato alla Saint Mary, fatto e guidato dal cancelliere stesso.
Poi, certo, se li si arma, intendo i barbuti del deserto, qualcosa faranno. L’odio lo nutrono dato che li hai pestati per secoli, si chiama colonialismo, poi li manipoli, alla fine si fanno anche saltare per aria. Ma quale miglior killer c’è meglio di quello che poi compiuto il suo mandato muore senza lasciare traccia? Karma: causa ed effetto. Ma la causa non è il colonialismo, quello come Karma deve ancora arrivare, lo dobbiamo ancora pagare, la causa è quello che fanno credere a questi poveracci per indurli a farsi saltare per aria. Qualcuno mi dice cosa c’entra tutto questo col mettere insieme una guerra di culture, di civiltà? Cosa c’entra col fare un macello in medio oriente? Stanno radendo al suolo la Siria, c’è persino la Russia di mezzo con 200 bombardamenti al giorno e noi veramente vogliamo farcela raccontare ancora? Mancava l’antagonista, adesso c’è, prima era il “comunismo”, adesso i comunisti collaborano contro il “terrore”, e via un altro giro di ruota.
I primi da mettete al riparo sono i bambini. Mettete i vostri figli al riparo da questa visione scellerata, da questa incosciente delinquenza, da questa televisione, da questi giornali, da questi media, da questi professori, insegnanti e maestre ignari di comportarsi da perversi depravati. Chi sostiene il terrore e pensa che i bambini debbano in qualche modo essere messi al correte è un depravato, non lo fa per proteggerli o perché ha paura, ma lo fa per puro sadismo, anche se non lo so e non lo capisce. C’è un sottile piacere nel provocare paura negli altri, nel farli sentire inadeguati e a disagio.
La vera depravazione, la vera delinquenza e perversione è voler inculcare nei bambini queste cose sul “terrore”. Il vero “terrore” ed i veri terroristi delinquenti sono tutti coloro che alimentano questa follia geo-politica spacciandola per minaccia, giustizia e libertà, … non fatevi imbambolare. I delinquenti stanno in casa nostra e non fuori, l’ingiustizia la compiamo assecondando questa visione scellerata e autodistruttiva, la libertà si realizza lasciandoli andare, non dobbiamo difenderci da niente che non sia la paura stessa.
So che non potete o non volete prendervi l’onere di non mandarli più a scuola, ma dovete far qualcosa affinché queste orrende effigi non entrino nella loro psiche, e dovete farlo senza avere il terrore o la paura di non essere capaci di farlo, o con la paura di fallire. Dovete per primi voi non sentire “terrore”, non sentire “timore” per ogni cosa. Dite ai bambini che sono stupendi, dite loro che non c’è nulla di cui aver paura, e che non devono dare retta a queste persone, perché sono solo invidiosi del fatto che loro sono ancora liberi dal terrore, dal terrore che costoro hanno della loro stessa inutile esistenza. Dite loro che il mondo è un bel posto anche se di quando in quando qualcuno fa del male ad altri, dite loro che non serve avere paura, dite loro che non aver “paura” è la cosa che fa la differenza tra uno schiavo ed un uomo libero. … Anzi, … non dite loro niente!!! Lasciateli in pace!

Nessun commento:

Posta un commento