.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


giovedì 4 settembre 2014

IL TOCCO DELL’AMORE… L’ARTE DEL MASSAGGIO.

Il mondo ha bisogno di massaggio poiché l’amore è scomparso.
Una volta il semplice tocco di due amanti era sufficiente. Una mamma toccava il suo bambino, giocava con il suo corpo e questo era massaggio.
Un marito giocava con il corpo della sua donna e questo era massaggio.
Era sufficiente, più che sufficiente.
Era profondo rilassamento e parte dell’amore.
Ma ciò è scomparso da mondo.

Piano piano abbiamo dimenticato dove toccare, come toccare, quanto profondamente toccare.
Il tocco è di fatto diventato uno dei linguaggi più dimenticati.
Quando tocchi il corpo di qualcuno fallo come una preghiera, come se dio in persona fosse lì, e tu lo stessi servendo.
Fluisci con energia totale, e appena ti accorgi che il corpo fluisce e l’energia crea una nuova situazione di armonia, ti sentirai deliziato come mai lo sei stato prima.
Cadrai in uno stato di meditazione profonda.
Mentre massaggi, semplicemente massaggia.
Non pensare ad altre cose perché sarebbero solo distrazioni. Sii nelle tue dita, nelle tue mani come se tutto il tuo essere, tutta la tua anima fossero lì.
Non lasciare che sia solo un tocco di un corpo.
Tutta la tua anima entra nel corpo dell’altro, lo penetra,rilassa i suoi complessi più profondi.
E fallo diventare un gioco.
Non farlo come un lavoro, ma in maniera giocosa e divertente.
Divertiti e lascia che anche l’altro si diverta.
Osho Rajneesh
Fonte: www.ayurvedaitalia.it/

Nessun commento:

Posta un commento