.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


sabato 4 ottobre 2014

Per un Bene piu’ grande

il-gabbiano-jonathan-livingston
Mi chiama un’amica, ieri sera, una molto impegnata, organizza serate, incontri, mette persone in contatto. Sa tutto di scie chimiche, signoraggio, vaccini, OGM, gruppi occulti di potere, inganni vari: la si potrebbe definire una “pasionaria“, una che ci mette il cuore, tutta la passione possibile. Oltretutto credente, però la sento un po’ strana: preoccupata, preoccupata, preoccupata, mi ripete piu’ volte “Alberto, è finita, è finita, dobbiamo darci una mossa, o da qua non se ne viene fuori...”
Lì per lì stavo per assecondarla, ma poi penso: ma insomma, dico io, possibile? Possibile che, anche con tutto quello che sappiamo, possa persistere questo pessimismo, questa preoccupazione? Non è servito a nulla questo risveglio?
Innanzitutto, Dio vede e provvede. E quindi, qualsiasi cosa accada, Dio saprà ricavare del bene anche da quello che per noi è considerato, con le nostre limitate prospettive e conoscenze, “male“. Dio sa scrivere dritto anche sulle nostre righe storte. E poi, proprio perchè sappiamo quello che sappiamo, e cioè sappiamo
  • che la crisi e’ inventata,
  • che l‘economia della scarsita’ e’ funzionale al mantenimento della gente con la testa sott’acqua, incapace di pensare, incapace di vedere il bello che ci sta intorno, sempre angosciati per i debiti, le tasse, le bollette, con la paura di non farcela, con la paura per il futuro,
  • che non esiste global warming a minacciare la nostra esistenza,
  • che le peggiori pandemie, incluso l’AIDS, sono inventati ad arte,
  • che il terrorismo è amplificato dai media per tenerci in una paura costante e in un bisogno di protezione,
  • ecc.ecc.,
perchè preoccuparci? Li abbiamo smascherati, ci vogliono far credere di vivere in un mondo stretto, sporco, brutto, in carenza di risorse, con il bisogno di farmaci, quando sappiamo che è esattamente il contrario, e stiamo ancora a preoccuparci?
Noi no, per piacere!!!! Perche’ se così deve essere, allora meglio, molto meglio non sapere nulla: accontentarsi di lavorare (chi un lavoro ce l’ha ancora), un po’ di calcio il fine settimana (anzi, ormai praticamente ogni sera della settimana) e aspettare pazientemente le vacanze, la pensione, la morte.
Ma se “fatti non foste a viver come bruti“, meglio, molto meglio essere risvegliati, e con la gioia nel cuore e il sorriso sul volto affrontare la buona battaglia che ci attende. Certi di essere fatti per cose molto, molto piu’ grandi. Piu’ in alto. Come il gabbiano Jonhatan Livingstone: abbandonare il razzolare per un verme in un cortile puzzolento, quando si ha dimenticato di essere aquile, riscoprire la propria vera natura e librarsi verso nuove vette.
Come indicato nella parte finale del video linkato siopra, con il discorso finale di Charlie Chaplin tratto dal film |”il grande dittatore“. E realizzare il Regno di Dio, a partire dal nostro cuore.
-oOo-
PS approfitto per inserire qui la pubblicita’ che ho preparato, molto artigianalmente, per una radio locale di Padova, che esprime secondo me molto bene il concetto: scoprire la verità per tornare a vivere liberi!
00:47
01:58


Nessun commento:

Posta un commento