.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


venerdì 20 settembre 2013

Un grande sonnifero,la specializzazione

La specializzazione,il renderci delle macchine,il ridurre le nostre immense potenzialita,l"impedirci di vedere la vita come un immenso mistero,l"uniformare ogni giorno.Non c"è scampo la vita non ha confini,ma per lo specializzato la sua specializzazione,crea invalicabili limiti.Ho conosciuto lavorando in fabbrica qualche anno moltissimi specializzati,la loro immensa paura, qualcuno che gli rubi il posto,paura di perdere la propria catena.Il sistema addormentando le coscienze e obbligandole a vedere come una ricchezza la propria schiavitu,permette a pochi di approfittare di tantissimi schiavi inconsapeli di esserlo.Siamo tutti dei Budda,ma per comprenderlo bisogna imparare a volare,la societa occidentale al contrario c"impara a strisciare,le poche ore di liberta ci sembrano chissa che,ed allora vogliamo provare di tutto,possiamo essere liberi ma abbiamo una tremenda paura della vita del grande mistero,che non possiamo fare a meno delle catene.Queste le portiamo fino alla pensione,e a quel punto talmente abituati alle stesse,come conseguenza ci ammaliamo,nelle case di riposo altre catene ancora peggiori,ci obbligano a sopravvivere,un giorno in una casa di ricovero incontrai un bambino con la sua innocenza mi disse;sai io non posso vedere i vecchietti mi fanno pena.La nostra evolutissima societa invece di eliminare quelle sofferenze,creano un inferno vero,non bisogna andare all"inferno cioe morire per conoscere qualche diavolo,ma andare in un ospizio dove delle inservienti addirittura in nome dell"amore,producono delle torture inimmaginabili,obbligare a vivere tra i tormenti una delle cose più odiose,in questa folle societa e addirittura posta come virtu.Non posso percio che concordare con Silvano Agosti,questa e la peggiore societa,ma in quanti se ne stanno rendendo conto????




Nessun commento:

Posta un commento