.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


sabato 29 settembre 2012

Chi non sa godere è di solito portato per l"economia


L"economia la matematica,è tutta nella tua testa.Avete presente i fumetti,quelle nuvolette piene di pensieri,ecco la matematica,ti divide,tu sei quello, i tuoi pensieri.
Hai completamente dimenticato,il mondo circostante,sei diviso dal mondo circostante,mentre i piaceri più alti DIPENDONO DALLA FUSIONE CON IL MONDO CIRCOSTANTE.
In natura non esiste ECONOMIA,MATEMATICA,non ne ha  bisogno.
Addirittura,chi è preso da quelle nuvolette quei pensieri,ha perso la CONNESSIONE,con il resto del creato. Il colonialismo,è nato soprattutto in Inghilterra,uno dei paesi ,meno goderecci del mondo.Chi non sa godere,è simile ad un robot.
Robot,significa essere telecomandato,ti comanda il tuo ego,opportunamente installato dal potere,chi sa godere,non puo essere telecomandato,la fusione con la vita soprattutto con il vivente,ti fa essere tutto meno che un robot,bensi con la gioia ed il piacere sviluppi la vera intelligenza naturale.
Le nuvolette non servono,tu vivi,e rispondi alla vita,le nevrosi le lasci a chi è preso dall"ingranaggio inesorabile dei propri pensieri,che gli impedisce di godersi DIO,cioè il QUI e ORA.
Consiglio vivamente la lettura del libro, Papalagi ,facilmente trovabile in rete,in particolare il capitolo terzo dal titolo,,Del tondo metallo e della carta pesante
http://freaknet.org/martin/libri/Papalagi/papalagi.html#cap3

Nessun commento:

Posta un commento