.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


lunedì 20 maggio 2013

L'influenza della luna sulla natura e su di noi tra credenze popolari e realta'


La luna influisce su di noi e sulla natura o sono solo credenze popolari? Chi mi conosce sa bene che sono fedele alla scienza ed al metodo scientifico. Allo stesso modo però mi piace avventurarmi in campi che, lungi da me dal chiamarli scientifici, mi permettono di aprire la mente tenendo sempre ben aperti anche gli occhi. Sono cresciuta, come molti, con alcune convinzioni e con molti modi di dire tramandatimi dagli anziani della mia famiglia.
Mia nonna, quand'ero piccina, mi insegnava cose che mi porto dentro ancora oggi. Uno dei tanti insegnamenti fu, appartenente ovviamente alla saggezza popolare e non certamente guidato da alcuno studio, quello relativo all'influsso -o l'apparente influsso- della luna sulla natura che mi circondava.
Argentea, pallida e brillante, mutevole, ma perennemente presente, mi ha, da sempre, affascinato, fin da quando avevo poco meno di 10 anni. Un anno per il mio compleanno chiesi il mio primo telescopio astronomico.
Non ci potevo credere, passavo ore davanti alla finestra e, se non fosse stato per il fatto che il giorno dopo avrei dovuto andare a scuola, sarei probabilmente rimasta lì aguardare la luna in alto nel cielo nero a lungo, notte dopo notte.
In effetti, a ben pensare, da sempre l'uomo è sempre stato affascinato dalla lunaattribuendo ad essa enormi influenze.
Molte sono le tracce che permettono di capire quanto la luna e gli astri avessero influenza sulla vita dei nostri antenati. 
Le fasi della luna, come mi é stato insegnato, sono identificabili in quattro: quando si trova tra la terra ed il sole non la vediamo e la luna è in fase nuova, quando compare la parte luminosa ed aumenta significa che è in fase crescente fino a quando non arriva alla fase di luna piena; poi quindi decresce, ed è in fase calante.
Mi è sempre stato raccontato, dai nonni o dagli anziani che avendo un'orto stavano ben attenti alla fase nella quale ci si trovava, che ad ognuna delle quattro fasi lunari corrispondeva, in natura, una diversa energia cosmica.
E così la fase della luna nuova è sempre stata la fase caratterizzata da un'energia rinnovatrice nella quale era bene digiunare per disintossicarsi meglio mentre nell'orto era il periodo giusto per permettere la guarigione di alberi malati.
La fase di luna crescente invece rappresentava il periodo perfetto per rigenerarsi e nell'orto era la fase di crescita per eccellenza: le verdure andavano piantate e seminate e questo era anche il periodo giusto per rinvasare, trapiantare ed innestare.
La fase della luna piena era quella che ho sempre preferito. 
Non parliamone nemmeno, infatti è sempre stata la fase della luna più amata, odiata e discussa, sono stati scritti libri a riguardo ed addirittura si sprecano le vicissitudini accadute a causa o grazie ad essa.
In fase di luna piena, la luna si trova dietro la terra, le erbe medicinali nell'orto ,se vengono raccolte in questa fase, sprigionano tutte le loro proprietà e questa è anche la fase migliore per concimare.
Infine la fase di luna calante, è il momento buono per disintossicarsi e depurarsi, nell'orto vanno piantate o seminate in luna calante le verdure che crescono sotto la terra perché questa è più sensibile, è poi il momento per trattare i parassiti e le erbacce oltre che essere il periodo giusto per le potature.
Ma purtroppo, benché io sia attratta da questi racconti e da queste tradizioni, ad oggi l''unica influenza della Luna sulla Terra, provata in modo scientifico, è quella di tipo gravitazionale.
Infatti l'attrazione che la Luna esercita sulla terra, insieme a quella del Sole, provoca maree terrestri e maree oceaniche.
Una giornalista un astrofisico ed un biofisico, Marta Erba, Gianluca Ranzini e Daniele Venturoli, nel loro libro "Dalla Luna alla Terra. Mitologia e realtà degli influssi lunari" analizzano e raccontano tutto questo.
Questo loro libro è un saggio scientifico di taglio divulgativo che intreccia storia e scienza in maniera dinamica.
Il libro scredita miti senza alcun fondamento, ma al contempo avvalora anche quelli che invece hanno alla base una possibile verità scientifica: un esempio per tutti quello dell'agricoltura biodinamica che rispetta la periodicità naturale ed i ritmi della Luna senza l'uso di metodi agricoli intensivi.
Secondo il cicapComitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale ed organizzazione che promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti del paranormale, " ...gli unici influssi della luna sulla terra accertati scientificamente sono la forza gravitazionale e la luce solare che essa riflette".
L'effetto più evidente originato dalla forza gravitazionale lunare è costituito -come detto- dalle maree, fenomeni principalmente generati dall'attrazione congiunta della Luna e del Sole sugli oceani....meno conosciuta è l'esistenza di un fenomeno simile che interessa l'atmosfera ed oltre alle maree atmosferiche sono state accertate anche le cosiddette maree terrestri. Infine la luce riflessa dalla Luna, pur essendo molto debole rispetto a quella solare pare essere capace di provocare tropismi in alcune specie vegetali ed ancora alcuni organismi marini sembrano avere un comportamento riproduttivo influenzato dalla luce lunare.
Ma in definitiva posso dirvi che, benché non vi siano prove scientifiche certe, ad oggi, dell'influsso della luna sulle varie attività antropiche e naturali sulla terra, almeno non per tutte quelle che crediamo noi, io mi trovo sempre ad alzare gli occhi al cielo verso la luna osservando la sua gobba o la sua luce e ricordo sempre tra me e me se sia il periodo giusto per raccogliere o seminare, per depurarsi o tagliarsi i capelli...stupido ed insensato, forse sì, ma pur sempre accompagnato da senso armonioso e poetico, noi in fondo piccoli in un universo così estremamente complesso ed infinitamente grande sempre incerto e magico. 

Kia - Carmela Giambrone

Nessun commento:

Posta un commento