.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


mercoledì 15 gennaio 2014

Arresta il sistema: libro del blog di Dadrim

Arresta il sistema” contiene alcune fra le risposte più significative che Dadrim ha dato, in forma scritta, a domande relative la possibilità di creare una realtà sociale e individuale equilibrata e libera attraverso una consapevole trasformazione della violenza e della follia che caratterizzano il nostro tempo.
Frammenti tratti dal libro:
"Davanti a noi si stanno aprendo possibilità di cambiamento mai avute prima. Quella che stiamo vivendo non è una crisi nazionale, ma una crisi mondiale, che interessa l’intero sistema economico, politico e valoriale che l'umanità ha coltivato sino ad oggi. Abbiamo trascorso gli ultimi cinquant'anni pensando che il sistema economico capitalista, sorretto da una struttura sociale democratica e condito con una religione istituzionalizzata di massa sarebbe stato la ricetta per tutti i nostri mali e la risposta a tutti i nostri desideri... Ma eccoci qua, ora forse più che mai, prossimi alla comprensione d’aver unicamente collaborato, più o meno consciamente, ad instaurare una dittatura di capitali, imposta e controllata da corporazioni dietro cui si nascondono individui unicamente interessati al raggiungimento dei loro personalissimi scopi".
------
Quando un individuo nascerà e crescerà libero dalla paura di non riuscire a rispondere ai propri bisogni fondamentali, quando ogni bambino sentirà di non dover dare prova di valore alcuna per poter meritare di vivere, l'umanità dimostrerà finalmente d'essere degna di desiderare dei figli. Solo allora si potrà pronunciare senza vergogna la parola famiglia.
------
"Dividi et impera, questo è il motto fondamentale e più efficace di sempre. Disinforma, nega, menti, confondi e così, poi, potrai fare ciò che ti pare! Ma qual è lo strumento più potente in mano ai gruppi di potere che decidono le sorti del pianeta? Lo strumento si chiama “Mass Media”. Già la parola dice tutto: veicolo di massa. Le persone non sono più pensate e trattate come individui ma come masse informi, meccanismi senza un'anima, materia priva d'autonomia, pensiero e sentimenti. Ho sentito ripetere più volte da molte di quelle sottospecie di politici, giornalisti e intellettuali che girano per le tv che i mass media hanno una scarsa rilevanza per quanto riguarda la costruzione del pensiero del cittadino medio. Insomma, la tv e, più in generale, tutti i mezzi di comunicazione, non hanno un gran potere di direzionare la vita, le scelte e i pensieri delle persone. Ma ci rendiamo conto di cosa sono capaci di dire?".
------
Questa nostra società ci insegna l'ipocrisia, la stupidità, la falsità, l'umiliazione e la negazione del nostrosentimento più libero e profondo. Non si deve avanzare del cibo nel piatto per non sentirsi in colpa per tutti coloro che non hanno nemmeno un piatto su cui mangiare. Questa è la sintesi perfetta della morale occidentale. Mangia sino a scoppiare, non avanzare nulla perché c'è chi non ha quel che tu hai, anzi, a dire la verità non ha proprio nulla, pertanto non chiederti perché le cose stiano così, non chiederti se dipenda anche da te, non chiederti se tu possa fare qualcosa per cambiare la situazione: non chiederti nulla, non fare nulla, basta che non avanzi del cibo nel tuo piatto!
------
Se siamo scrittori, poeti, filosofi o artisti d’ogni genere, diffondiamo la nostra arte sino al più remoto angolo della terra, sino a colmare ogni cuore e ogni mente di pura bellezza, fantasia e creatività.
Se siamo artigiani, operai, impiegati, imprenditori o lavoratori d’ogni sorta, usiamo il nostro genio e il nostro sforzo ricordando sempre e come prima cosa che il mondo è un unico organismo vivente. Operiamo quindi per creare unità e benessere reale per tutti, non lasciamoci ingabbiare da pensieri egocentrici o corporativi.
Se ci troviamo, nostro malgrado, a dover operare all’interno di un'organizzazione che agisce distruttivamente, cerchiamo di contagiarla con la nostra libertà d'animo e di pensiero in ogni azione e situazione. Comportiamoci come un virus benefico all’interno di un sistema malato. Diffondiamoci piano, silenziosamente, creiamo collaborazioni e amicizie basate sulla solidarietà e l’amore incondizionati.
------
Arresta il sistema

Nessun commento:

Posta un commento