.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


mercoledì 12 febbraio 2014

CHE FARE COL TRADITORE?

In questi giorni il dibattito mediatico e politico, e lo scandalo, si concentra sul punto se Napolitano abbia preparato con Monti il suo subentro a Berlusconi mesi prima che Berlusconi si dimettesse.
Ma il punto rilevante è un altro.
Ormai è di dominio pubblico che la crisi dello spread contro l’Italia non aveva fondamento oggettivo, essendo allora (inizio di estate 2011) i nostri fondamentali decenti e stabili, bensì fu scatenata artificialmente dalle  banche tedesche (e forse anche dal governo di Berlino) mediante la vendita criminale, massiccia e concentrata di btp italiani per creare allarme sulla solvibilità dell’Italia e far fuggire i capitali verso il Bund, in modo da puntellare l’allora vacillante sistema bancario tedesco, che si era riempito di titoli tossici americani e di debito greco e spagnolo. Il governo Monti, poi, servo di Berlino, supportato dal Quirinale, oltre agli altri macelli, tassò gli italiani per rimborsare ai banchieri speculatori tedeschi le perdite su questo debito.
Ciò premesso, il vero scandalo, il vero tradimento di Napolitano, si avrebbe se risulterà che Napolitano abbia scientemente collaborato a questo piano. In tal caso, non sarebbe da mettere in stato di accusa, ma da catturare e rinchiudere de plano. Si penserà poi a come processarlo.
Ma lasciarlo lì, a gestire altre crisi di governo, ora, sarebbe da manicomio.
11.02.14 Marco Della Luna

Nessun commento:

Posta un commento