.Nisargadatta Maharaj. La meraviglia è l'alba della sapienza

L’appercezione in cui tutto sorge, è questa la realtà. Un’appercezione pura e chiara, quella che chiamano l’occhio di Dio.Karl Renz

« La persona non- risvegliata vive nel suo mondo, la persona risvegliata vive nel mondo. » Andrew Cohen

Finché immagino "come dovrei essere", continuerò ad essere quello che sono ora.U.G.Krishnamurti

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito

Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezzaBenjamin Franklin

In televisione non c'è la pubblicità, il mezzo televisivo è "solo" pubblicità.Dioniso 777


venerdì 16 novembre 2012

AFORISMI A GEORGE TOWN


21 DICEMBRE  Presi un bus sotto un cielo plumbeo ,per l'occasione viaggiai in compagnia di due turchi. Arrivato a Medan ebbi problemi per trovare un posto per dormire ,i prezzi erano a mio modo di vedere troppo alti ,decisi di dormire in un dormitorio. Nello stesso conobbi un tedesco malato di malaria, l’aveva presa nell'isola di Nias, un posto questo che avrei dovuto visitare ,per i suoi famosi monoliti ,ma il maltempo mi aveva sconsigliato ,quasi un mese in Indonesia ,solo 4-5 giorni di sole, non vedevo l'ora di arrivare a Ko pha-ngan e prendere il sole tutto nudo sulla spiaggia. A Medan più che altro beccai tantissima acqua ,rimasi molto tempo nel dormitorio ,a ripensare a quello che mi era successo sul lago Toba ,e a rileggere quello che avevo scritto sotto fungo. Ma dovevo andare a Ko pha-ngan ,fra tante belle ragazze forse avrei smesso di pensare alla spiritualità. L'unica cosa importante di quel giorno fu il biglietto che feci per George Town ,sarei partito l'indomani via mare.
22 DICEMBRE  Questa giornata probabilmente è stata la più noiosa di tutto il mio secondo viaggio ,il traghetto ritardò la partenza di molte ore, addirittura ero arrivato al porto d'imbarco molto in anticipo, rividi Patrizio ,lui ap­pena arrivato salì sul traghetto di un altra compagnia e partì subito. Mi rompetti moltissimo le palle ,in quanto non incontrai persone interessanti ,per fortuna il traghetto malgrado il mare fosse agitatissimo fu rapidissimo ,arrivai molto tardi a George Town ,se fossi arrivato in orario sarei subito ripartito per la Thailandia ,vista l'ora tarda andai nell'hotel dove ero stato circa un mese fa’, dormii in dormitorio ,uscire era impossibile pioveva moltissimo. 
23  DICEMBRE  Come al salito pioveva ,ma al rivedere la portoghese Nandu fu come se fosse tornato il sole ,la stessa m’accompagnò nella guest house dove era a dormire Alan ,bussai io alla porta e gli feci una grande sorpresa. Facemmo colazione insieme e poco dopo ci salutammo loro dovevano andare in Indonesia, voi sapete dove andavo io. Andai a prenotare un bus per la mia isola preferita, sarei partito l'indomani mattina molto presto alle 4 per la preci­sione. Dopo tanti pasti indonesiani andai in un pulitissimo Mc Donald’s a mangiare hamburger e patatine fritte.


Non conoscevo allora gli orrori di mc donald,questo video qua sotto,e solo uno dei suoi innumerevoli orrori,in rete troverete di tutto,a pensare che i miei primi viaggi a Parigi e Londra, quanto ero coglione allora,mangiavo solo quelle schifezze per risparmiare,ora capisco perchè all"estero non andavo mai di corpo,ahahah


 Siccome pioveva ancora decisi di tornare al dormitorio ,presi il mio quaderno degli aforismi ,non avevo più scritto nulla dalla mia esperienza con i funghi. La mia anima ,la mia coscienza ,il mio cer­vello, ognuno pensi quello che più le piace ,tirò fuori questi scritti.


Questo libro è stato prima scritto a mano.Poi siccome mio cugino decise di metterlo nel computer,dovetti batterlo a macchina da scrivere.Siccome ero molto imbranato con la stessa, decisi di trascrivere gli aforismi,come sotto.
Da adesso in avanti ci saranno tantissimi aforismi,era un periodo in cui ero inondato di pensieri,per me allora unici ed originali.sotto sotto noi non siamo altro che antenne che captano informazioni dall"infinito universo,da questo MISTERIOSO UNIVERSO.





216  REINCARNAZIONE

Quei funghi                                         hai quei funghi
mi an scombussolato                                           l'esistenza.
Nulla mi sembra più certo                                   la mia certezza più profonda
il mio ateismo                                                      ha subito un duro colpo alle fondamenta.
Il mio materialismo                                              sul lago Toba
é stato scosso dal fenomeno                                 immateriale qual'è il pensiero.
Sotto fungo molte certezze scompaiono              il normale vivere non ha più senso
si è in una nuova                                                  e fantastica dimensione.
Come posso essere materialista                           dopo aver scoperto leggermente
i fenomenali poteri del cervello.
Il cervello e' un organo                                        da esplorare attentamente.
E forse la sede dell'anima                                    di mille reincarnazione
la centrale di comando                                         della vera essenza
dell’esistenza                                                        il pensiero

Infatti nei miei scritti vi era una frase molto enigmatica “La vita e solamente pensiero ,un pensiero che non avrà mai fine per sempre”. Sinceramente non riuscivo a decifrarla.

 219 L'ANIMA
Cosa sappiamo noi dell'immateriale? 
Nulla                                                                    i nostri normali sensi
non lo percepiscono. 
Ma sicuramente esiste. 
Noi percepiamo solo il necessario                       alla nostra sopravvivenza 
ma sappiamo che altri animali                             percepiscono una realtà diversa.
Il tempo lo spazio                                                non è uguale per tutti
ognuno lo misura a suo piacimento. 
Percepiamo una realtà                                          di nostro gradimento
ma siamo ciechi                                                    di fronte a molte domande.
Non possiamo spiegarci fisicamente                    l’anima
ma scoprire il mondo circostante                          ci pone sempre di fronte
a domande senza risposta                                     non possiamo rispondere
perché non percepiamo                                         forse lo scopo dell’esistenza
è riuscire a percepire                                             l’impercepibile ?

Insomma capivo di non capire un cazzo   
                        220  IL BELLO DEL VIAGGIARE
Imprevisto magica parola                                    compagna di mille avventure
lo scopo principale del mio vagabondare. 
E sicuramente l'imprevisto                                   la cosa che più mi affascina
nei miei viaggi.
L'imprevisto sia bello che brutto                          nella dimensione viaggio
cioè quando il tempo non conta niente                 ti da delle vibrazioni esistenziali
uniche                                                                   non paragonabili con nessun altro
piacere materiale                                                   sicuramente per me
è il top dell'estasi.
                        
                         221  QUESTO FANTASTICO MONDO
Ogni villaggio è da esplorare                                 ti da sempre nuove sensazioni
uomini e donne diverse                                          culture diverse ,cibi diversi,
incontri diversi ,climi diversi                                 animali diversi ,religioni diverse
case diverse ,mezzi di trasporto diversi,                flora diversa,
la diversità succo dell'esistenza                             un piacevole succo dai mille sapori
che rende la vita                                                     di una bellezza trascendentale
quando viaggio e scopro il mondo                         sono il Dio in terra
il mio io più profondo                                            è estasiato
e non conosce sofferenza.
Lo scopo principale dell'esistenza                          è sicuramente per me oggi
il rifuggire la sofferenza                                         e quando non si soffre
la terra è un vero paradiso

Non ho parole di commento da fare, questo aforisma mi era riuscito proprio bene.


                    222  MATERIALISTA O VOLARE ALTO
Tutte le sensazioni recepibili                                   dal nostro fisico
sono diverse                                                              certe sensazioni materialistiche
sono davvero paradisiache                                        ma sfortunatamente
ho provato i funghi magici                                        e li la materialità sicuramente non c'è
le sensazioni sotto fungo                                           sono impareggiabili
più che paradisiache                                                  non sono in paradiso
sono il creatore dell’universo.
Cosa significa ciò? 
Solo una cosa                                                           abbiamo messo i piedi sulla luna
ma qui sulla terra                                                    vi è uno spazio
ancora più inaccessibile                                          ed esplorano
può dare delle sensazioni                                        oggi come oggi
inimmaginabili.

Scrissi perciò parecchio e non vedevo l’ora di riprovare i funghi a Ko Pha-Ngan. Quello scritto sotto fungo andava approfondito. Ero assalito dai dubbi ,forse le droghe danno davvero una visione distorta della realtà ,ma in quei scritti molto strani vi erano di sicuro delle verità ,non lo so ,a George Town non avevo che dubbi. La sera andai a dormire molto presto ,l’indomani m’aspettava un’alzataccia.

Nessun commento:

Posta un commento